Dossena, formaggi stagionati in miniera: 300 mila euro dalla Regione per le sperimentazioni

Redazione 09/07/2019 0 commenti

Regione Lombardia ha finanziato con oltre 300.000 euro il progetto “CHEESEMINE – Percorso di sperimentazione della stagionatura dei formaggi nelle miniere di Dossena” nell’ambito dei Gruppi Operativi del Partenariato Europeo per l’Innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura. 

I GO PEI sono strumento per la diffusione delle innovazioni nel settore agroalimentare ed hanno l’obiettivo di individuare soluzioni innovative a specifici problemi o di promuovere opportunità per le imprese agricole. Nei progetti dei GO, gli attori della filiera dell'innovazione - imprese agricole, centri di ricerca, università agiscono insieme per testare e diffondere una o più innovazioni in un dato contesto, coinvolgendo anche altre imprese del territorio.

Il progetto CHEESEMINE si propone di sperimentare una nuova soluzione per la stagionatura dei formaggi da attuare nelle miniere di Dossena recentemente riaperte al pubblico a scopo turistico. Tale iniziativa rappresenta il primo step di un percorso di valorizzazione delle produzioni casearie tipiche; persegue, pertanto, l’obiettivo ultimo di salvaguardare il territorio e i suoi abitanti attraverso la promozione delle produzioni casearie artigianali e della pratica agricola quale elemento di attrattività e resilienza.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Il capofila del progetto CHEESEMINE è l’az.agr. Fabio Bonzi, in partenariato con l’Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ISPA – CNR), l’Università degli Studi di Milano (Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali e Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione, l’Ambiente) la società Cooperativa I Rais, l’az.agr. Cavagna Maurizio, la “Gamba Farm di Giuseppe e Elda SS”, l’az.agr. Gamba Ovidio, l’az.agr.“la Paloma Blanca”di Gamba Maria Luisa e l’az.agr.Trionfini Ivan. 

Il Gruppo Operativo sarà coordinato dal GAL Valle Brembana 2020 - Impegnato nella valorizzazione del proprio territorio e delle proprie produzioni il Gal assumerà il ruolo di Innovation broker, coordinando i lavori  e le relazioni tra i soggetti del partenariato e i network nazionali ed europei- dichiara la presidente Lucia Morali - il GAL diventa così riferimento attivo del territorio stimolando i soggetti territoriali all’innovazione e alla capacità di fare squadra.

Il coordinamento scientifico del progetto sarà assunto dalla dott.ssa Milena Brasca referente del CNR – ISPA di Milano.La diffusione dei risultati avverrà attraverso una serie di iniziative sia di carattere scientifico che divulgativo destinate a diversi target: aziende agricole, operatori del settore lattiero caseario, soggetti della valorizzazione territoriali e comunità scientifica.

Fabio Bonzi capofila e promotore del progetto CHEESEMINE dichiara:"È grande la soddisfazione per l’ottenimento di questo finanziamento, non solo per il valore economico ottenuto, ma anche perché questo progetto è la dimostrazione che anche nei territori fragili quando si fa rete tra imprese ed istituti pubblici si ottengono risultati positivi sia per le aziende che per il territorio tutto".

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Novembre 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

 






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph