Gafforelli nuovo presidente Provincia, il Comitato Viabilità Val Brembana: 'Qualcuno riaccenda la speranza'

Redazione 02/11/2018 0 commenti

Il nuovo presidente della Provincia, Gianfranco Gafforelli, eletto mercoledì 31 ottobre, non ha ancora cominciato ufficialmente il suo mandato (4 novembre il passaggi di consegne con l'ex Matteo Rossi) e già, in Valle Brembana, montano le aspettative rispetto a quello che sarà il suo operato, nello specifico sul tema (sempre molto controverso) della viabilità.

In redazione ci è giunta una lettera aperta scritta dal Comitato Viabilità Valle Brembana - che si unisce alla voce del sindaco di San Pellegrino Terme (LEGGI QUA), Vittorio Milesi - sulla mancata promessa da parte dell'amministrazione uscente di avere un incontro di aggiornamento sulla realizzazione della Paladina-Villa d'Almè.

La lettera:

In data 15/10/18 il Sindaco di San Pellegrino Terme ha inviato una richiesta per l’organizzazione di un urgente incontro di aggiornamento sulla realizzazione delle opere di viabilità (tangenziale su di Bergamo: lotto Paladina-Villa d'Almè) ai Sigg. Presidente della Provincia e Consigliere delegato alla viabilità arch. Pasquale Gandolfi. 

A mezzo stampa l'arch. Gandolfi, comunicava di aver avuto proprio quel giorno un incontro con i tecnici incaricati della stesura del progetto definitivo e assumeva l’impegno di convocare un incontro prima della fine del mandato per aggiornare Sindaci e Comitato sullo stato della progettazione. Ad oggi (31/10/2018 ndr), ultimo giorno di mandato degli attuali Amministratori Provinciali, silenzio assoluto!

Queste sono le chiare dimostrazioni che :

- l’attenzione dei rappresentanti della Provincia di Bergamo alle problematiche della viabilità è assai scarsa; 

- per la Provincia di Bergamo i cittadini non contano nulla se non in prossimità di elezioni;

- la Provincia di Bergamo ha poco rispetto dei cittadini;

- la Provincia di Bergamo non è in grado di prendere decisioni;

- la Provincia di Bergamo è più attenta alle logiche di partito che alle difficoltà dei cittadini;

- la Provincia è rimasta sorda alle sollecitazioni che da anni portiamo avanti;

- la Provincia di Bergamo per la cura della propria immagine, si è specializzata in annunci non seguiti da fatti e promesse non mantenute;

- la Provincia di Bergamo ha la memoria corta mentre le ore di viaggio che i cittadini delle Valli Brembana e Imagna e dei Comuni interessati sprecano, per percorrere il tragitto da e per il luogo di lavoro, si allungano sempre di più; 

- la Provincia di Bergamo non si rende o non si vuole rendere conto che questa situazione è la causa principale dello spopolamento delle Valli e che tutto il tempo, quotidianamente sprecato in coda potrebbe essere utilizzato per lavorare, per stare più in famiglia e per avere più tempo libero.

Questo è tutto ciò che non vorremmo dalla prossima Amministrazione Provinciale.

Purtroppo i segnali di speranza si sono spenti.

Ci sarà qualcuno che vorrà o saprà riaccenderli?

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Giugno 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph