Matrimonio truffa con una zognese per la cittadinanza: arrestato sull'altare un 26enne

Eleonora Busi 04/02/2019 0 commenti

Blitz dei carabinieri giovedì 31 gennaio per fermare il matrimonio-truffa che avrebbe consentito all'uomo, un albanese pregiudicato di 26 anni, di diventare un cittadino italiano: è successo a Paullo, in provincia di Milano, dove le forze dell'ordine sono intervenute per interrompere la farsa.

Lo sposo è un cittadino di nazionalità albanese rientrato illegalmente in Italia dopo essere stato espulso nel 2017 in seguito a denunce per spaccio di stupefacenti, mentre la sposa, con conclamati problemi di tossicodipendenza, è una giovane donna di 22 anni e che convive con il fidanzato – quello vero – a Zogno.

II loro sarebbe stato proprio un matrimonio combinato dal momento che la ragazza, in quanto cittadina italiana, avrebbe potuto garantire al falso marito la richiesta di diventare italiano. La motivazione non è chiara, ma la donna potrebbe aver accettato di dire il fatidico “sì” in cambio di soldi o di droga.

L'uomo è stato arrestato sull'altare in mattinata con l'accusa di reingresso illegale nello Stato, ma anche i presenti alla cerimonia non l'hanno passata liscia: denunciati – oltre alla futura moglie – anche i suoi genitori, quelli di lui e i testimoni per favoreggiamento all'immigrazione clandestina.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Aprile 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

     








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph