Ruspe nella notte a San Giovanni Bianco, demolita la palazzina dopo l'esplosione

Redazione 16/11/2018 0 commenti

La palazzina storica di San Giovanni Bianco in via Ceresa colpita ieri mattina, 15 novembre, da un'esplosione causata da una fuga di metano (LEGGI QUA) è stata demolita completamente nella notte fra il 15 e il 16 novembre. Evidentemente le critiche condizioni statiche dell'edificio novecentesco hanno spinto i tecnici ad abbatterlo totalmente in quanto rappresentava un serio pericolo per gli edifici circostanti e chi abita al loro interno.

Ad occuparsi della demolizione la ditta Monaci di Scanzorosciate, che ha messo in moto le ruspe verso mezzanotte proseguendo per tutta la notte. I lavori sono conclusi alle 5.30 di oggi, 16 novembre. Prossimo step la rimozione del materiale e la messa in sicurezza dell'area.

Ricordiamo che un'anziana donna di 97 anni è rimasta ferita a causa della deflagrazione ed è stata trasportata di urgenza all'ospedale Papa Giovanni XXIII in gravi condizioni: la donna ha riportato ustioni alle gambe

(Fonte Immagine: Corriere della Sera/LaPresse)

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Maggio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph