Sanpellegrino a tutto 'green': solo camion ecosostenibili da Madone a Ruspino

Eleonora Busi 30/01/2019 0 commenti

Si è svolta oggi, 30 gennaio, presso la Sala Consiliare del Comune di Zogno, la tavola rotonda “Le nuove frontiere della logistica sostenibile: mezzi green per il trasporto dell'acqua minerale” alla presenza di numerose autorità locali, per presentare insieme la nuova flotta di camion ecosostenibili alimentati a LNG, toccando diversi temi in ambito ecologico e territoriale.

A moderare la conferenza Giuseppe Guzzardi, direttore di Vie & Trasporti e Direttore Generale di OITA (Osservatorio Interdisciplinare Trasporto Alimenti), che ha aperto la tavola annunciando i presenti: l'Assessore Regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Claudia Terzi, Maura Sartore, Head of Supply Chain South Europe Nestlé Waters, Salvatore-Duccio Sbriglione, Direttore Stabilimento Sanpellegrino, Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato Italscania, Licia Balboni, Presidente Federmetano, Andrea Fossa, Dir. Scientifico Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” del Politecnico di Milano, Giuliano Ghisalberti, Sindaco di Zogno e Vittorio Milesi, Sindaco di San Pellegrino Terme.

I temi principali discussi riguardano l'ecosostenibilità del carburante LNG, di cui questi nuovi mezzi saranno alimentati, trattando anche la riduzione dell'impatto ambientale (in termini di consumo di acqua ed energia, riduzione dei materiali PET nella produzione e l'impatto in fatto di emissioni dannose che il trasporto di merci provoca), spostandosi poi su interconnessione e intermodalità dei mezzi di trasporto, posando uno sguardo anche all'ecologia e al futuro e concludendo con l'impatto territoriale e di viabilità della Valle Brembana.

Da fine gennaio, il Gruppo Sanpellegrino ha dato il via al suo impegno per l'ambiente e l'ecosostenibilità; il 100% dei mezzi impiegati per il trasporto merci dalla sede in località Ruspino alla hub di Madone è infatti completamente alimentata a LNG (Liquefied Natural Gas). Questo nuovo e innovativo combustibile è un gas naturale che non viene compresso, ma raffreddato e per cui, come sottolineato da Andrea Fossa, migliorativo poiché riduce di molto l'emissione di particolato e di CO2 – si parla di ben 15% in meno rispetto ai combustibili fossili.

Altri benefici che stanno determinando la sua crescita negli ultimi anni sono i tempi di rifornimento, l'autonomia (di 1500 km) e i costi pressoché equiparabili all'attuale e più utilizzato gasolio, aggiungendo una riduzione significativa dell'inquinamento acustico. Dallo scorso anno si è verificato +150% di immatricolazioni di mezzi pesanti con LNG, ma che rappresentano solo il 3% in Italia, svelando una realtà che – perlomeno in Italia – ancora deve prendere completamente piede e che si scontra con la produzione di energia elettrica.

“La Lombardia fin dal 2006 ha spinto per un combustibile gassoso ed è adesso una delle regioni più virtuose in questi termini. In tutta Italia c'è stata una sorprendente crescita di distributori LNG: ad oggi siamo al 39esimo impianto con altri 25 in fase progettuale - ha dichiarato Licia Balboni,  Presidente Federmetano - Oggi chi produce biogas in Lombardia lo fa per energia elettrica, poiché per produrre – in futuro - biometano sarà necessario un upgrade costoso e non si hanno certezze che queste due realtà possano co-esistere.”

La consegna delle chiavi

Interconnessione e intermodalità dei mezzi su gomma

Uno dei temi fondamentali che sono stati discussi durante la conferenza è l'Interconnessione e l'intermodalità dei mezzi su gomma. Come dichiarato da Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania, uno degli obiettivi principali dei prossimi anni è ridurre il numero dei veicoli che girano a vuoto nel nostro paese, che in questo momento sono il 40%. “L'interconnetività è una battaglia importante - ha sottolineato - Manca il collegamento di interconnessione fra veicolo e strada e le infrastrutture dovrebbero essere colmate.”

Infrastrutture che anche secondo l'Assessore Terzi dovrebbero rinnovarsi per permettere uno sviluppo industriale della Regione e per creare nuove modalità di trasporto su gomma, che attualmente arriva all'86%. Un discorso di intermodalità che deve guardare al futuro e non fermarsi soltanto al presente, pianificando su lungo termine degli interventi per evitare che nei prossimi anni ci siano sempre più veicoli pesanti sulle strade, distruggendo i piani di sostenibilità ambientale che industrie come Sanpellegrino hanno già da tempo prefissato.

“Uno dei problemi del paese è che non ci parliamo, siamo divisi, più critici che costruttivi ed ogni mondo parla per sé – è raro riuscire a mettere insieme le persone - ha commentato Franco Fenoglio - Abbiamo bisogno di qualcuno che guardi avanti con lungimiranza. Per fare ecologia e andare avanti dobbiamo mettere insieme tutti, è un problema culturale prima che economico.”

Un progetto di sostenibilità che Scania, Koiné e SanPellegrino condividono apertamente, collaborando insieme a sostegno della comunità per coprire grosse sfide ambientali, basti pensare che nel sito di imbottigliamento dell'acqua SanPellegrino tutto è elettrico e che nell'ultimo anno il PET nel packaging di produzione è stato ridotto di ben 6 tonnellate, mentre sono stati risparmiati ben 250 mila metri cubi di acqua. Si è parlato, in conclusione, del territorio della Valle Brembana e del discorso – purtroppo sofferto – della viabilità. Come è stato sottolineato dal sindaco di San Pellegrino Terme Vittorio Milesi, questo obiettivo del Gruppo Sanpellegirno gioverà sicuramente sul territorio brembano, portando un'attenzione particolare e un contributo non indifferente per evitare lo spopolamento delle aree di montagna, oltre che un possibile incremento occupazionale e turistico.

“Dal punto di vista delle amministrazioni questa operazione della SanPellegrino viene vissuta in termini positivi- ha commentato Vittorio Milesi - Il fatto che si riesca a trasmettere alla comunità che si sta facendo qualcosa in quella direzione, perché ci si rende conto della necessità di limitare l'inquinamento o di alleggerire le condizioni attuali, è quanto mai importante e questa comunicazione risponde all'esigenza di far capire che c'è un attenzione per questi temi da parte del Gruppo SanPellegrino e si spera anche da altre realtà industriali con dinamiche simili.”

Occupazione e viabilità: il punto di vista dei sindaci di Zogno e San Pellegrino

L'unico dubbio sollevato riguarda la viabilità, che ha trovato spazio sia negli interventi del sindaco Milesi che del sindaco Ghisalberti, che hanno entrambi sottolineato come una crescita di mezzi pesanti potrebbe in futuro essere incompatibile con la situazione attuale delle strade. “Il tema della viabilità per il futuro di una valle come la nostra è fondamentale.“, ha dichiarato il sindaco Milesi. Della stessa idea il sindaco di Zogno Ghisalberti, che si è trovato in linea con i punti di vista espressi dagli altri presenti, sia in termini di territorio e occupazione che di intermodalità e connessione dei mezzi pesanti su gomma.

“La Responsabilità sociale dell'impresa, l'attenzione allo sviluppo del territorio entro cui si inserisce l'operazione e il lavoro di Sanpellegrino e Nestlè sono termini e concetti che sono di una grande valenza che per noi sindaci e che si traducono in un elemento che completa la discussione di oggi: l'occupazione -  ha commentato Ghisalberti - Anche l'interconnessione è un tema molto importante, perché vivendo queste realtà come la Valle Brembana, è grande la sensibilità nei confronti dell'ambiente. L'uso della tecnologia per portarci a dei risultati è fondamentale e ci fa bene sotto tutti i punti di vista.”

La tavola si è conclusa presso lo stabilimento di SanPellegrino a Ruspino, dove le chiavi della nuova flotta LNG sono state consegnate simbolicamente a Maura Sartore e Duccio Sbriglione da Andrea Toccafondi, presidente Koiné. Assegnate anche due targhe commemorative al presidente Toccafondi e a Sbriglione.

Seguici su tutti i nostri canali social


COMMENTI

Lascia un commento





Luglio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph