Strozza, la Provincia allarga la strada e demolisce il cavalcavia della teleferica

Redazione 02/06/2018 1 commenti

Importante intervento della Provincia sul territorio di Strozza, dove nei prossimi giorni cominceranno i lavori di riqualifica della strada provinciale SP14 per un tratto di 600 metri compresa la demolizione del cavalcavia della vecchia teleferica Italcementi in cemento armato, a pochi metri dall'ingresso in località Cabrozzo. 

Un impegno economico di 500 mila euro da parte dell'amministrazione provinciale che ha appaltato i lavori all'impresa edile Berlingheri di Colere. Lavori che avranno una durata di 4 mesi circa. Il tratto più critico è quello compreso fra il chilometro 11,800 e 12,400 (frazione Cabrozzo), dove la provinciale è larga solo 5,80 metri ed è presente una curva molto pericolosa con un significativo restringimento della strada all'altezza del manufatto in calcestruzzo (teleferica ex Italcementi). 

Sicurezza sarà dunque la parola d'ordine di questo intervento, che permetterà di allargare la strada fino a 7 metri per un tratto di 380 metri, con due corsie da 3,50 metri. La curva di cui sopra verrà completamente rivista con un raggio più ampio ed agile, e per poterlo fare il cavalcavia che fungeva da "schermo" sulla strada per il passaggio della teleferica verrà demolito. Un tempo questa struttura serviva al gruppo Italcementi per trasportare il materiale dalla cava, ma è ormai dismessa da molto anni. 

"Da quando sono stato eletto consigliere provinciale mi sono battuto per mettere in sicurezza questo tratto di strada - spiega all' Eco di Bergamo Demis Todeschini - Consapevole del fatto che esisteva già un progetto esecutivo e sarebbe stato un peccato non realizzarlo. [...] Per poter eseguire i lavori su quel tratto è probabile che sarà istituito un senso unico alternato e non è da escludere qualche disagio per gli utenti della strada. AD ogni modo una volta conclusa l'opera potremo apprezzare un'entrata sicura e agevole nella nostra Valle Imagna": 

Soddisfazione anche da parte del primo cittadino di Strozza, Riccardo Cornali, che però chiede alla Provincia anche la realizzazione di un marciapiede.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Renato 10/06/2018

I lavori causeranno code in uscita dalla valle la mattina e code la sera al rientro. Perché non ripristinare la strada che dalle ex cave di Strozza arriva ad Almenno istituendo senso unico in uscita alla mattina e senso unico in ingresso la sera (solo per auto e piccoli camioncini). La stessa strada potrebbe essere poi usata solo in caso di emergenza oppure potrebbe essere usata per fare passare i ciclisti vietando a loro il provinciale

Lascia un commento





Aprile 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

     








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph