Diciassettesima edizione dei Quaderni Brembani, la presentazione

Redazione 23/11/2018 0 commenti

Sarà presentato domani 24 novembre, alle 15, al Museo della Valle di Zogno, l’annuario 2019 del Centro Storico Culturale Felice Riceputi Valle Brembana.

È la diciassettesima edizione dei Quaderni Brembani, che quest’anno risulta la più ampia degli anni precedenti, con quasi settanta contributi per un totale di quattrocento pagine. Nell’occasione i soci potranno rinnovare l’adesione al Centro Storico Culturale e ritirare una copia del nuovo annuario. Il libro presenta, in sezioni omogenee, vari saggi storici e culturali, corredati da documentazione d’archivio, o dedicati alla descrizione di esperienze personali o poesie in dialetto e italiano.

 La nuova edizione si apre con la presentazione curata dal presidente Tarcisio Bottani e due contributi che descrivono due importanti  iniziative culturali promosse quest’anno dal centro storico: il calco del masso archeologico della Val Camisana e il restauro della tela di Astino di Giambattista Guarinoni e Cristoforo Baschenis il Vecchio. 

Un ampio spazio è poi dedicato alle vicende delle guerre del Novecento e alle duecento fotografie che accompagnano i vari testi. La parte conclusiva dei Quaderni Brembani 2019 presenta una sezione con una trentina di recensioni di libri e tesi di laurea dedicati alla Valle Brembana e un’altra con le poesie dei bambini vincitrici dell’ottava edizione del «San Pellegrino Festival di poesia». 

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Giugno 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph