Atalanta gioia a metà, solo un pari con il Chievo

Giambattista Gherardi 17/03/2019 0 commenti

Non è arrivata la vittoria che tutti si aspettavano contro l'ultima della classe, ma per l'Atalanta comunque un punto importante dopo il pareggio in rimonta per 1-1 nella sfida casalinga contro il Chievo. In apertura Tullio Gritti (che in panchina sostituisce lo squalificato Gasperini) schiera la formazione tipo del momento, con Masiello preferito a Palomino in retroguardia e Mancini sulla destra al posto dell'infortunato Toloi.

Sin dal primo pallone (maldestro fallo laterale di Djimsiti) si intuisce che l'intensità non è quella dei giorni migliori, con il Chievo abile a chiudere gli spazi all'Atalanta sin dall'avvio dell'azione. Al 20' un gol di Giaccherini annullato per fuorigioco sembra finalmente avviare il risveglio dei nerazzurri dal torpore: i bergamaschi in pochi minuti vanno ripetutamente al tiro con Gomez e Zapata. In tutti i casi Sorrentino si mostra all'altezza nonostante i 40 anni ed è addirittura prodigioso al 30' quando blocca un tiro ravvicinato del Papu servito in velocità da Zapata.

Da segnalare anche un Ilicic ispirato, al contrario di Gosens, completamente avulso dall'economia del gioco. Quando la pressione nerazzurra sembra accentuarsi, ecco il vantaggio clivense al 32' con Meggiorini, che controlla divinamente un rilancio e dopo il tocco in uscita di Gollini riesce a girare in gol da posizione molto defilata. L'Atalanta tenta la riscossa, ma si infrange contro il muro giallo del Chievo, che mostra intensità e mestiere, con ricorso sistematico al fallo sulla trequarti.

"

Nella ripresa l'avvio nerazzurro è ancora incerto e a muovere le acque finisce per essere l'ingresso di Castagne al posto di Gosens e lo spostamento di Ilicic sulla sinistra. La maggior densità in questo settore, complici un Freuler piú volitivo ed un Masiello in costante appoggio, portano al pareggio al 55', quando una triangolazione di prima Freuler, Zapata, Ilicic libera lo sloveno davanti a Sorrentino. Delizioso il colpo sotto con cui Ilicic mette in gol scavalcando il portiere.

L'Atalanta cerca di accentuare il ritmo, ma arrivano solo una serie di calci d'angolo ed una miriade di azioni molto meno ficcanti del solito. Gli ingressi nel finale di Pasalic e Barrow per Ilicic e Masiello non danno la scossa sperata e la partita si spegne con un prolungato stop per una testata subita da Andreolli. Ora la sosta per le Nazionali, con una posizione di classifica importante, alla pari con la Lazio ed a due punti dalla Roma, in piena zona Europa.

La pausa servirà a ricaricare le pile, in vista di uno sprint che comprende, giusto per ricordarlo, anche la semifinale di Coppa Italia con la Fiorentina. La stagione è ancora tutta da scrivere.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Luglio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph