Atalanta, un gennaio cruciale per inseguire le Coppe

Giambattista Gherardi 11/01/2019 0 commenti

Dopo la lunga pausa natalizia, la stagione calcistica dell’Italica pedata è pronta a riaccendere i motori, con un fine settimana che , prolungandosi sino a lunedì 14 gennaio, proporrà gli ottavi di finale della Coppa Italia. Dopo i turni preliminari che poco hanno emozionato pubblico e telespettatori (forse con l’unica eccezione dell’infinita lotteria dei rigori che ha premiato la Virtus Entella di Lega Pro a scapito del Genoa), ora si comincia a far sul serio, con l’ingresso nell’agone delle “big”, cioè le prime otto classificate del campionato scorso. 

VERSO LA COPPA ITALIA - Fra loro, a pieno titolo, anche l’Atalanta, che lunedì 14 gennaio alle 17.30 contenderà al Cagliari (in trasferta sull’isola) l’accesso ai quarti di finale. In palio un pass assolutamente importante, dato che possibile avversaria (il 30 gennaio) potrebbe essere la Juventus, che sabato 12 gennaio alle 20.45 fa visita al Bologna per uno scontro sulla carta abbastanza agevole, anche se il team di Inzaghi è stato fra i più attivi sul mercato di “riparazione”. Fra l’altro qualora dovesse ripetersi (fate pure gli scongiuri) l’incrocio con i bianconeri bloccati sul pareggio lo scorso 26 dicembre, si giocherà allo stadio di Bergamo, in partita unica. Ed a quel punto la semifinale di Coppa potrebbe diventare qualcosa su cui puntare con fondate ragioni.

CALCIOMERCATO - La squadra di Gasperini, che nel Cagliari ha una vera e propria bestia nera (vincitrice anche a Bergamo lo scorso settembre in campionato), non potrà sbagliare l’approccio, per avviare al meglio un mese che si annuncia cruciale. Dopo il set tennistico a Reggio Emilia contro il Sassuolo il 29 dicembre, ora è necessario confermarsi nei piani alti, affrontando Frosinone, Roma e (di nuovo) Cagliari. Decisiva sarà l’influenza delle eventuali sirene di mercato, anche se la società non pare certo intenzionata a “fare cassa” con qualche gioiello, se non promettendolo per il prossimo giugno.

E’ il caso di Mancini, probabile partente a giugno, per il quale potrebbe arrivare già ora una prima contropartita con le sembianze dell’attaccante francese Defrel, in prestito alla Samp (dove è arrivato il bergamasco Gabbiadini) ma di proprietà del club giallorosso. Ora per “fare cassa” (e in vista del rinnovamento dello stadio) serve una qualificazione europea, che da sola porterebbe in dote entusiasmo e denaro (nel 2017/2018 la stima fu di circa 15 milioni di euro di introito).

I giocatori e la società paiono certi della necessità attuale di concentrarsi sugli obiettivi, per reciproco futuro vantaggio. Del resto “squadra che vince non si tocca” e forse le uniche vere necessità sembrano essere una punta di rincalzo (Barrow piace al Gasp come alternativa ad Ilicic ed è di fatto un vice Rigoni) e un buon centrocampista di riserva, nonostante l’infortunio di De Roon sia stato per fortuna non grave. Ci sarà da divertirsi ed importante sarà cominciare a farlo al sole della Sardegna. L’immagine di copertina scelta dall’Atalanta per la propria pagina Facebook è emblematica, all’insegna della grinta, con il trio d’attacco (il migliore di tutta la serie A, Ronaldo compreso) in primo piano. Vietato distrarsi, sarà un gennaio cruciale.

Seguici su tutti i nostri canali social

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Maggio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph