La Voce della Dea - Lione-Atalanta 1-1: Gomez risponde a Traoré per un pareggio che sa di vittoria

Marco Locatelli 28/09/2017 0 commenti

Non è la solita Atalanta spumeggiante e arrembante quella vista al Parc OL, soprattutto nel primo tempo, ma soffrendo riesce a portare a casa un pareggio importantissimo. Un pareggio che vale una vittoria, e un risultato che avvicina sempre più la Dea al passaggio del girone.

Il dinamismo dei brevilinei centrocampisti del Lione fa perdere i riferimenti tattici dei nerazzurri di Gasperini, che faticano a costruire gioco. Al 10' arriva il primo colpo dei padroni di casa, con un brillante Traoré che impegna Berisha con una rasoiata, deviata in angolo dalla difesa bergamasca. E' ancora Traoré al 12' a puntare la porta difesa da Berisha, con un tentativo che vola alto sopra la traversa. Al 15' Diaz impegna nuovamente Berisha con una pericolosa rasoiata dalla distanza, deviata in angolo dal numero 1 orobico. 

L'Atalanta si accende al 21' con un'ottima azione di Spinazzola che, dalla sinistra, salta di netto Tete e mette in mezzo per Hateboer che, dalle retrovie, si fa trovare pronto ma non centra la porta dei francesi. Poi la Dea torna a subire l'offensiva del Lione che, al 45', trova il goal con Traoré dopo un'ottima azione di Fekir che, dalla sinistra, fa sedere a terra De Roon con una finta funambolica e serve in area il compagno che in due tempi trafigge il portiere nerazzurro.

Seguici su tutti i nostri canali social

Di rientro dagli spogliatoi i bergamaschi non sembrano aver cambiato marcia, ma dopo dieci minuti, al 56', sbloccano il match con una bellissima punizione dal limite di Gomez (complice la barriera che si apre), conquistata da Caldara. Gasperini rileva un Petagna in affanno per giocarsi la carta Ilicic falso 9. Genesio risponde con il tanto discusso Depay per Aouar e Maloida per Mariano Diaz. Ma ormai la storia di questa partita è stata scritta.

Dopo il goal del Papu la partita si addormenta per qualche minuto fino al 67', quando un tentativo di Mariano Diaz in area viene letteralmente murato da Caldara e Freuler. Al 74' una deviazione di Caldara rischia di trasformarsi in autogoal, ma Berisha ci mette una pezza. Ancora. Poi l'Atalanta continua a soffrire fino al triplice fischio. Un pareggio sofferto e meritato, che vale una vittoria, non tanto per la qualità espressa in campo (soprattutto nel primo tempo) ma per l'atteggiamento “europeo” dimostrato dai ragazzi di Gasperini.

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Luglio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph