BREAKING NEWS

Mezza maratona in Valle Imagna, da Rota a Sant'Omobono Terme

Redazione 28/11/2018 0 commenti

La Valle Imagna sarà ancora protagonista del mondo running, dopo il Pico Event. Lo sarà con una gara originale, una mezza maratona tutta strada e dislivello, nella foresta alle pendici del Resegone e nei borghi di Rota d’Imagna, Brumano, Fuipiano, Locatello e Sant’Omobono Terme. La gara, in programma il 23 dicembre, è organizzata dalla Valetudo Serim in collaborazione con il Comune di Rota d’Imagna e il Cai Valle Imagna e ha il patrocinio di Csen Outdoor. Il ritrovo è fissato presso il centro sportivo di Rota d’Imagna in località Piane, via Tomba dei Polacchi 4, alle ore 8.00 e lo start verrà dato alle ore 9.00.
 
L’idea della Maratonina della Valle Imagna è nata da Giorgio Pesenti, presidente della Valetudo Serim, insieme ai sindaci del territorio. Una coraggiosa scommessa: 24 chilometri – di cui 22 su asfalto e 2 km su ciclabile – con un dislivello positivo di 900 metri. Partenza e arrivo a Rota d’Imagna, già location di una gara andata in scena la vigilia di Pasqua lo scorso anno, e gpm a quota 1181 m slm nei boschi sul versante bergamasco del monte Resegone.

Si correrà domenica 23 dicembre, e la vicinanza al Natale vuole sottolineare lo spirito solidale della manifestazione. Tre euro per ogni atleta, infatti, verranno devoluti al reparto di pediatria oncologica dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII.
 
Il costo dell’iscrizione alla Maratonina della Valle Imagna è di 20 euro, che comprendono il pacco gara, il servizio docce e il pranzo completo con primo, secondo, acqua e un calice di vino. Ci si iscrive online sul portale www.picosport.net. Le premiazioni finali coinvolgeranno i primi tre classificati della assoluta maschile e femminile: 150 euro per il primo, 100 euro per il secondo, 50 euro al terzo. Cesti in natura per i primi classificati delle categorie over 50, over 55, over 60 e over 65 o oltre, maschili e femminili.

Il percorso nel dettaglio

Si parte dal comune di Rota d’Imagna, presso il centro sportivo le Piane in via Tomba dei Polacchi n° 4 a quota 690 metri sul livello del mare e si prende la strada che porta a Brumano ( strada provinciale numero 20 ) a 911 metri s.l.m., i corridori arrivano a Brumano dopo 4,5 km di gara, il tracciato prosegue verso la foresta del Resegone ( strada provinciale numero 20 ) qui si tocca la quota gpm. a 1.181 metri.

Dopo il tetto della maratonina, in leggera discesa, si arriva a Fuipiano Imagna ( strada provinciale numero 20 ), chilometri percorsi 10,5 quota mt. 1.055. Da questo punto si scende transitando nel paese di Locatello ( strada provinciale numero 18 ) fino alla deviazione per il ponte di Ca’ Prospero, questa struttura in pietra è denominata il ponte del sentiero dei Giganti, arrivati sul dosso del ponte gli atleti hanno scarpinato 17,8 chilometri e trovano la deviazione verso sinistra per i due chilometri di ciclabile che porta la corsa nel centro di Sant Omobono Terme ( strada provinciale numero 22 ), punto minimo della maratonina a quota 411 sul livello del mare. Gli ultimi 3,5 km della maratonina, prima dell’arrivo posto nelle vicinanze del comune di Rota d’Imagna  ( strada provinciale numero 20 ), i podisti devono superare gli ultimi 279 metri di dislivello
 

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Dicembre 2018

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph