Sempre più turisti in Valle Brembana e Imagna, ma calano gli stranieri

Redazione 06/08/2019 0 commenti

Dopo l’anticipazione dei dati salienti avvenuta lo scorso aprile, l’Osservatorio turistico della Provincia di Bergamo pubblica oggi i dati definitivi relativi all’anno 2018. Con 2.340.788 presenze e 1.212.980 arrivi, il 2018 si è chiuso con un buon risultato in termini di flussi turistici per la Bergamasca. L’aumento del 2,0% totale delle presenze rispetto al 2017 è dato dalla media tra la percentuale di crescita di pernottamenti di turisti stranieri (+7,1% sul 2017) e quella delle presenze di turisti italiani (-1,7%% sul 2017).

Anche per il 2018, quindi, si registrano la progressiva internazionalizzazione turistica di Bergamo e provincia ed il ridimensionamento dell’incisività del turismo nostrano, che è passato dal 65,3% del 2008 al 55,7% del 2018 sul totale delle presenze. Nel 2018 la provincia di Bergamo raggiunge il 5° posto, tra le province lombarde, in termini di numero di pernottamenti e per la prima volta, il numero delle presenze di turisti stranieri supera il milione. Parallelamente al fenomeno della progressiva internazionalizzazione, gli ultimi anni hanno visto il consolidarsi del comparto extralberghiero e la conseguente crescita delle presenze turistiche in questo tipologia di struttura (+6,4 nel complesso e +17,2 le variazioni delle presenze straniere presso tali strutture). 

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

VALLE IMAGNA

Anche nelle nostre valli il 2018 turistico sorride e prosegue il trend di crescita già segnalato lo scorso anno. In Valle Imagna, in totale, nel 2018 sono stati registrati 25.735 turisti (+2.4% rispetto al 2017), di questi 6.173 stranieri, con un piccolo decremento (-1.7%, ma crescono le presenze del 2.3%) rispetto al dato dello scorso anno. Per quanto riguarda proprio i turisti stranieri, ai primi tre posti troviamo Germania, Francia e Svizzera.

La presenza media - ovvero il numero di notti trascorse nelle strutture, cioè i pernottamenti - è di circa 2 giorni (1,9). Vanno forte in Valle Imagna le strutture extra-alberghiere, cresciute del 24% rispetto al 2017 e con 4.089 turisti (3.287 nel 2017) che hanno scelto di pernottare, ad esempio, in B&B, case vacanze od ostelli.

VALLE BREMBANA

In Valle Brembana, in totale, nel 2018 sono stati registrati 57.679 turisti (+1.3% rispetto al 2017), di questi 8.821 stranieri, anche qui con un -4% rispetto al dato dello scorso anno (crescono però del 2.3% i turisti italiani). Per quanto riguarda proprio i turisti stranieri, ai primi tre posti troviamo Francia, Regno Unito e Germania. 

La presenza media - ovvero il numero di notti trascorse nelle strutture, e cioè i pernottamenti - è di circa 2 giorni (2,3). Un calo significativo in questo caso rispetto allo scorso anno, del -9.3%. Decisamente meno forte rispetto alla Valle Imagna l'incidenza degli esercizi extra-alberghieri: anche qui c'è stato un calo dello 0,9% di turisti che hanno scelto B&B o case vacanza rispetto al 2017 e del 17.8% dei giorni di vacanza.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

 








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph