Dal ponte di Attone a San Tomè con BellaLombardia, l'app per scoprire le bellezze lombarde (e valligiane)

Eleonora Busi 28/02/2019 0 commenti

I nostri borghi montani sono storici, ricchi di cultura e meta ambita per i turisti che vogliono passare un week-end o solamente una giornata all'insegna della natura, respirando aria fresca e cultura a pieni polmoni. Per questo motivo Regione Lombardia ha messo a disposizione una applicazione per smartphone Android e iPhone dal nome “BellaLombardia”, che si occupa di catalogare e registrare una serie di siti di interesse culturale della nostra regione.

Nata nell'ambito di un'iniziativa di promozione culturale e turistica avviata all'Expo di Milano del 2015, la applicazione si presenta come una raccolta di località interessanti dal punto di vista storico e anche paesaggistico. Tredici sono i luoghi indicati e appartenenti alle nostre due valli: per la Valle Imagna la Chiesa di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo, mentre in Valle Brembana sono segnalati il Ponte Fortificato di Attone a Ubiale-Clanezzo, la Chiesa di S. Giacomo Maggiore Apostolo a Sedrina, il Ponte di S. Nicola, il Tempio dei Caduti e Ponte Umberto a San Pellegirno Terme, il Ponte dei Frati e Ponte Vecchio a San Giovanni Bianco, la Chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano e il Borgo di Cornello dei Tasso a Camerata Cornello, la Casa Bottagisi e Strada Porticata ad Averara ed infine per la Val Taleggio la Baita del Borgo di Santa Rosa, a Taleggio.

Tutti questi borghi sono catalogati in SIRBeC, ovvero il Sistema Informativo Regionale Beni Culturali e sono pubblicati anche sul portale web ufficiale. Un archivio di patrimoni diviso per musei, collezioni, opere, chiese, apparati decorativi, piazze e borghi, cascine, castelli, ville e palazzi e siti archeologici, tutto a portata di click. Per consultare i siti di rilievo sono presenti due modalità: la prima si basa sulla cartografia della Lombardia, mentre la seconda è un elenco consultabile.

Nel primo caso, l'applicazione permette di zoomare sul territorio prescelto, che sarà costellato di icone ognuna rappresentante la tipologia di luogo. Cliccando su una di esse, comparirà una breve scheda informativa che racconta la storia del patrimonio storico, corredata da alcune fotografie. La seconda possibilità è consultare un elenco suddiviso per tipo, dove vengono raggruppati tutti i luoghi con la possibilità di filtrare per provincia.

Una mappa formato display, tascabile e pronta per ogni gita in montagna, poiché disponibile anche offline, senza una connessione internet – che nelle nostre valli, in alcuni punti, ancora funziona a stento. Con alcuni telefoni, la applicazione offre anche la lettura vocale dei testi, oltre che segnalare i musei o strutture in cui è possibile accedere con la CardMusei. Un piccolo aiuto tecnologico, che può fare a modo suo la differenza sul turismo in Valle.



Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Maggio 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph