Nuovo ponte San Giovanni Bianco, il cantiere prende forma

Chiara Bonzi - Turoldo di Zogno 07/03/2019 0 commenti

Testo scritto dalla studentessa Chiara Bonzi di 3BL nell'ambito del progetto "La Voce Giovane! delle Valli".

"Tra circa 1 anno e mezzo le criticità relative alla viabilità del Comune di San Giovanni Bianco saranno risolte”. Queste le parole del primo cittadino Marco Milesi in merito al nuovo ponte comunale sul fiume Brembo che, una volta terminato (tra 1 anno e mezzo appunto), collegherà la sponda destra del paese a via Molini e il cui cantiere sta definitivamente prendendo forma in questi giorni (vedi foto).

Il progetto, approvato nel 2012 dall’Amministrazione comunale, prevede la realizzazione di un nuovo ponte a nord del paese. Il ponte collegherà la strada Provinciale con la località Piano Molini. È inoltre prevista la realizzazione di una rotatoria che permetterà non solo di rendere più agevole l’immissione nel paese, ma anche di rendere più decoroso l’ingresso nel paese da nord e, nel contempo, di mettere in sicurezza anche i pedoni in quella parte di abitato..

L'intervento è stato affidato tramite un contratto di sponsorizzazione pubblico/privato, ed è stato realizzato dall’ingegnere Vitali, referente per la parte tecnica; mentre chi si occuperà dei lavori di costruzione è il Raggruppamento Temporaneo d’Impresa, composto dalla ditta Pype Line S.p.A e dal Consorzio Stabile Costruendo.

A livello economico, il costo totale dell’opera prevista ammonta a circa 3.620.000 €. Il costo verrà sostenuto interamente dal Comune di San Giovanni Bianco, che ha precedentemente recuperato un contributo dal CIPE per 2.470.000 € e ha sottoscritto una convenzione con la società SMIGroup. Tale accordo prevede a carico dell’azienda una quota pari a 700.000 €. Il resto sono risorse proprie del bilancio comunale.

La necessità di realizzare questa opera era stata già valutata dall’amministrazione nel 2012, anno nel quale era stata inserita nel Piano di Governo del territorio (PGT), ed è dovuta a diversi aspetti. In primis al fatto che esiste ad oggi un solo ponte carrabile che collega la sponda destra alla sponda sinistra del fiume Brembo, e tale ponte risale agli anni 1953-54. In un futuro non troppo lontano, considerata l’età del manufatto, sarà necessario intervenire su tale infrastruttura con un consolidamento che richiederà la chiusura, lasciando di fatto potenzialmente isolate le due sponde.

Non va poi dimenticato, come afferma il sindaco, che nella sponda sinistra risiedono circa 2.200 persone, senza contare che lì si trovano l’unico ospedale della valle e le Scuole Primaria e Secondaria di primo grado, che ospitano circa 500 alunni.

Render progetti


Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

 








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph