Slot machine in Valle Brembana e Imagna: spesi oltre 44 milioni nel 2017

Eleonora Busi 23/01/2019 0 commenti

Le slot machine non hanno perso quota e anche le nostre valli non hanno potuto scampare al circolo vizioso del gioco d'azzardo, con dati che non fanno presagire segnali di "recupero" significativi: durante l'anno 2017 sono stati spesi 24 milioni e 404 mila euro in Valle Brembana e 20 milioni e 616 mila euro in Valle Imagna. Rispetto al 2016, si evidenzia una leggera flessione in Val Brembana (di 1 milione e mezzo), mentre resta stabile la controparte valdimagnina. Numeri che rispecchiano il trend negativo dell'intera Bergamasca: se si considerano anche altri giochi (gratta e vinci, superenalotto, eurojackpot, lotto e tanti altri), infatti, in Provincia di Bergamo si spendono in media 1.497,68 euro a testa, tredicesima su scala nazionale e quarta provincia in Lombardia dietro Como, Sondrio e Brescia.

I numeri sono stati reperiti grazie al database online L'Italia delle Slot 2, versione aggiornata dell'inchiesta realizzata da Visual Lab del Gruppo Gedi che anche nel 2016 aveva fornito gli stessi dati, disponibili per ogni singolo Comune di tutta Italia, utili ad evidenziare e confrontare un'eventuale crescita di questo fenomeno. Clicca QUA per vedere le classifiche del 2016 in Valle Brembana e Valle Imagna.

IN FONDO ALL'ARTICOLO TROVATE LA NOSTRA INFOGRAFICA
 

VALLE BREMBANA

Alla luce dell'anno precedente, il Comune meno virtuoso dei 37 paesi analizzati rimane Lenna che, con i suoi 592 abitanti, rivela giocate pro-capite (per abitante) pari a 2.111€ (2.203€ nel 2016) a fronte di un reddito pro-capite di 18.365,70€ e 12 slot presenti in paese. Segue a ruota il comune di Isola di Fondra che con soli 174 abitanti vanta un costo di giocate pro-capite pari a ben 1511€ (1650€ nel 2016) mentre per il terzo posto di questa top three spunta un nome nuovo: è il comune di Taleggio con 1138€ per 552 abitanti. I comuni di Piazzatorre e Santa Brigida, che l'anno scorso si trovavano sopra la media con rispettivamente 1148€ e 1147€, hanno subito un calo portando le giocate pro-capite a 907€ e 1.089€.

Fra i virtuosi, il Comune migliore rimane quello di Bracca che scende dai 170€ di giocate pro-capite nel 2016 a soli 142€ nel 2017 per 706 abitanti, a fronte di un reddito pro-capite di 17.636,27€ e solo 3 slot in paese. Seguono Ubiale-Clanezzo con 145€ (contro i 189€ del 2016) e Cornalba in leggero aumento con 296€ (187€ nel 2016).

Nel 2017, molti sono ancora i paesi della valle sprovvisti di slot machine: parliamo di Averara, Blello, Camerata Cornello, Carona, Cassiglio, Costa Serina, Cusio, Dossena, Mezzoldo, Ornica, Piazzolo, Roncobello, Valleve, Valnegra, Valtorta e Vedeseta.

 

VALLE IMAGNA

Fra i 15 comuni della Valle Imagna, invece, si è invece verificato un ribaltamento della situazione: non è più Almenno San Salvatore (1377€ nel 2016 contro 722€ nel 2017 per 5677 abitanti) a detenere il primato di maggior giocate pro-capite e slitta in seconda posizione lasciando spazio a Strozza che con i suoi 877 € per 1.071 abitanti, reddito pro-capite di 18.083,62 € e 9 slot supera tutti gli altri comuni valdimagnini. Il terzo peggior classificato è Sant'Omobono Terme che da 1.294 € del 2016 scende però a 708 € nel 2017 (3.940 abitanti).

Il comune più virtuoso nel 2017 è Rota d'Imagna e i suoi soli 80 € pro-capite (scendendo dai 153 € del 2016) per 920 abitanti e 16.219,18 € con un totale di 2 slot-machine sul territorio. Seguono Locatello le cui giocate pro-capite ammontano a 90 € (86€ nel 2016) e Berbenno con 231 € (249€ nel 2016). 

Sprovvisti di macchinette, al 2017, i Comuni di Bedulita, Brumano, Costa Valle Imagna, Fuipiano Valle Imagna e Roncola.

 

ALTRI GIOCHI

Non solo slot-machine, ma numerosi altri giochi d'azzardo stanno prendendo piede nelle nostre Valli. Fra i più popolari l'Eurojackpot che ha incassato nel 2017 più di 9 milioni di euro (9 milioni in Valle Brembana e 15 mila € in Valle Imagna). Per le lotterie instantanee (come, ad esempio, i “Gratta e Vinci”) sono stati spesi, invece, complessivamente 7 milioni di euro (5 milioni in Valle Brembana e 2 milioni in Valle Imagna), mentre i giocatori del lotto spendono in totale 3 milioni di euro (1 milione i brembani e 2 milioni i valdimagnini). Infine il gioco meno quotato è il Superenalotto, con soli 520 mila euro spartiti fra le due valli (220 mila e 300 mila euro).

 

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

 








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph