Biglietti speciali per San Valentino con SAB: 5 mete da raggiungere con l'iniziativa 'OnMove'

Eleonora Busi 12/02/2019 0 commenti

San Valentino è alle porte e quale occasione migliore per esplorare insieme alla propria dolce metà alcuni dei luoghi più belli delle nostre valli? A venire incontro a chiunque abbia in programma di viaggiare nel periodo più rosa dell'anno è la società Arriva, gestore anche di SAB Bergamo, che promuove l'iniziativa “San Valentino OnMove”.

La promo, acquistabile online tramite l'applicazione per smartphone ArrivaMyPay, permette di viaggiare su tutti i mezzi SAB Autoservizi di Bergamo e Lecco e di SIA Brescia al costo di 3,20 euro per tutto il giorno prescelto, il biglietto sarà dunque valido dall'obliterazione fino alle 24 del giorno di attivazione. Lo speciale biglietto è acquistabile dal 9 al 14 febbraio e sarà utilizzabile fino al 18 febbraio. Un'occasione per partire da soli o in compagnia alla scoperta delle bellezze che Valle Brembana e Valle Imagna riservano: ecco 5 mete raggiungibili in giornata.

Strozza, la Ghiacciaia di Amagno e il Museo Valdimagnino – L'origine della ghiacciaia, accessibile nei locali sottostanti alla secentesca “Cà del Maestro” a Strozza, nel Borgo di Amagno, è ancora oggi ignota: la sua funzione era di conservare il freddo per gli alimenti deperibili durante la stagione estiva. Nei locali antistanti il cunicolo si trova il Museo Etnografico Valdimagnino in cui è possibile ripercorrere la storia degli antichi mestieri della valle legati principalmente al mondo agricolo, attraverso strumenti di lavoro e oggetti di vita quotidiana. Le visite al museo sono possibili durante le festività del borgo o del paese, oppure ogni fine settimana previa prenotazione.
Come raggiungerla – dall'autostazione SAB di Bergamo, linea B00a – direzione Costa Imagna. Fermata di riferimento: Strozza (Via V. Veneto)

Sant'Omobono Terme, il Santuario della Madonna della Cornabusa – recentemente classificatosi al quarto posto ne “I Luoghi del Cuore” (promosso dal FAI, Fondo Ambiente Italiano). Incastonato in un paesaggio mozzafiato fatto di alberi, rocce e il profilo frastagliato dei monti che lo circondano, la “Cornabusa”, che in dialetto significa “cavità nella roccia” è un esempio unico di Chiesa ricavata da una grotta naturale. Il culto della Madonna nasce quando, si narra, una ragazza sordomuta capitata nel luogo sacro, guarì miracolosamente. Da allora il Santuario è meta di pellegrinaggi ed è raggiungibile attraverso un suggestivo percorso immerso nei boschi seguendo le otto cappelle dedicate ai Misteri Mariani. Le celebrazioni si svolgono solo dal Lunedì dell'Angelo fino al termine dell'estate.
Come raggiungerlo – dall'autostazione SAB di Bergamo, linea B00a – direzione Costa Imagna. Fermata di riferimento: Selino Basso (Ponte Pietra – Bivio Cepino)

Ubiale-Clanezzo, il Ponte di Attone e il “Ponte che Balla” - a cavallo fra la Valle Brembana e la Valle Imagna si trova il comune di Ubiale-Clanezzo, un borgo dove il tempo sembra essersi fermato al medioevo. Raggiungendolo da Bergamo, ad aspettare i viaggiatori una passeggiata che profuma di storia, grazie al Ponte di Attone e al famoso “Ponte che Balla”. Il primo è realizzato interamente di pietra grezza, testimonianza di un'architettura già notevole e compone l'antica Dogana e il Porto. Il secondo è un ponte sospeso, una passerella lunga 75 metri che collega le due sponde del fiume Brembo ed è completamente attraversabile.
Come raggiungerlo – dall'autostazione SAB di Bergamo, linea B – direzione Piazza Brembana. Fermata di riferimento: Villa d'Almè (S.S. 470)

San Pellegrino Terme, Casinò, Grand Hotel e Grotte del Sogno – la più famosa località termale brembana è una delle più importanti testimonianze liberty italiane. Riflessi di quella “Belle Epoque” del 900, i numerosi monumenti che la caratterizzano, fra i quali spiccano il Casinò e il Grand Hotel. Il Casinò di San Pellegrino è un sontuoso edificio inaugurato nel 1904 e funzione fino al lontano 1917 di notevole bellezza e attrattiva; il Grand Hotel, invece, è un colosso a sette piani dalla facciata unica nel suo genere, adornata di statue, putti e festoni. Altro importante sito di interesse sono le Grotte del Sogno, le prime ad essere valorizzate turisticamente in Italia. Al suo interno è possibile ammirare innumerevoli concrezioni singolari, stalattiti e stalagmiti. Sono visitabili da aprile a settembre su prenotazione. Per chi cerca un po' di relax, lo può trovare alle famose QC Terme fra vapori e bagni caldi, oppure organizzando una gita sulla ciclovia della Valle Brembana.
Come raggiungerla – dall'autostazione SAB di Bergamo, linea B – direzione Piazza Brembana. Fermata di riferimento: San Pellegrino Terme (Via Giovanni XXIII – Bigio)

Cornello dei Tasso e il Museo dei Tasso e della Storia Postale – piccolo borgo che sorge su uno sperone roccioso a picco sul fiume Brembo, lungo il vecchio tracciato della “Via Mercatorum”. Grazie a questa via, il piccolo centro si collega attraverso un itinerario storico-artistico con Oneta, a San Giovanni Bianco, dove è presente il Museo Casa di Arlecchino. Cornello dei Tasso deve il suo nome alla famiglia dei Tasso originaria della frazione e precursore di quello che è oggi il sistema postale. A questo proposito è dedicato il Museo dei Tasso e della Storia Postale, fondato nel 1991 ed importante punto di riferimento per il turismo culturale e scolastico della Valle Brembana, che conserva molte testimonianze dell’attività postale e letteraria del glorioso casato.
Come raggiungerlo – dall'autostazione SAB di Bergamo, linea B – direzione Piazza Brembana. Fermata di riferimento: Camerata Cornello (Via Orbrembo).


Seguici su tutti i nostri canali social


 

COMMENTI

Lascia un commento





Ottobre 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

   






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph