Cantina Val San Martino, l'unica bergamasca con le bollicine. Vino e resilienza dal 1959

Redazione 14/06/2021 0 commenti

La Cantina Val San Martino è nata grazie ad un gruppo di privati e del Comune di Pontida. Principali fautori furono il dott. Farina, il sig. Mecca sindaco di Pontida, il dott. Mangili, il geom. Comolli e l'Ing. Magnetti. Addirittura il Governo si interessò all'iniziativa e si impegnò a pagare gli interessi del mutuo per l'opera. L'inaugurazione avvenne nel 1959 alla presenza del Ministro dell'Agricoltura On. Rumor, la Cantina Val San Martino rappresenta quindi la prima Cantina ad essere nata in tutta la provincia bergamasca.  

Attualmente vanta circa 30 soci, di cui 20 conferitori.  La Cantina sorge tuttora Pontida, si affaccia sulla strada Briantea, ma i vigneti coprono ben 11 Comuni:  Almenno San Bartolomeo, Pontida, Palazzago, Mapello, Sotto il Monte, Ambivere, Bergamo, Villa d’Almè, Scanzorosciate, Brembate, Mozzo 

La Cantina Val San Martino produce vini DOC ed IGT, insieme all’ultima arrivata bottiglia di spumante Blanc de Blancs (la prima bottiglia di bollicine nata interamente in Cantina), "nella nostra gamma - spiega Marco Crippa, direttore - sono presenti il classico Valcalepio rosso, Val San Martino bianco e rosso, Giuramento bianco e rosso, e dopo l’estate arriverà il nuovo prodotto di punta dei rossi: un Merlot IGT di grande struttura.  In Cantina è possibile acquistare dell’ottimo vino sfuso e confezioni bag in box. L’anno scorso la vendemmia si è assestata sugli 800 q.li di conferimento soci e circa 1000 q.li di lavorazione in conto terzi. Attualmente siamo l’unica Cantina in tutta la bergamasca a poter produrre bollicine".

Sono in fase di preparazione nuove allettanti proposte per visitare la Cantina offrendo un’esperienza enogastronomica completa. A cause del Covid tutto ciò ha subito un rallentamento.  Sabato 19 giugno la Cantina Val San Martino parteciperà all’iniziativa Cantine Aperte organizzata dal Movimento Turismo del Vino Lombardia, per cui chi volesse potrà iscriversi e stare tutta la giornata in Cantina a degustare.

"A brevissimo - spiega Pietro Rota, presidente -  proporremo dei gustosi menù degustazione che saranno sempre disponibili con i nostri vini e pasto completo presso il Ristorante Pizzeria Anch’io, situato proprio nei locali della Cantina. Inoltre segnalo con grande piacere che stiamo lavorando per far partire mensilmente un mercatino agricolo il sabato mattina in Cantina e partirà sabato 3 luglio".

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

 

Quanto ha influito la pandemia, considerato anche il blocco del canale Ho.re.ca? "La pandemia ha influito pesantemente su tutto il nostro settore - sottolinea Rota -, noi in Cantina abbiamo perso il 35% del fatturato di prodotto finito e il 7% da ricavi per corrispettivi rispetto al 2019. Non appena scattato il lockdown abbiamo introdotto le vendite a domicilio che sono piaciute molto ai nostri clienti ed hanno aiutato. Voglio sottolineare che nonostante la pandemia e le chiusure forzate, abbiamo chiuso il bilancio 2020 con un utile grazie al fatto che abbiamo avuto un notevole incremento di fatturato legato al servizio di conto lavorazione (+159% sul 2019), attività che abbiamo deciso di sviluppare in Cantina dal 2018 quando abbiamo fatto nascere una preziosa collaborazione sinergica con la Cooperativa Oikos. Inoltre consideriamo da tempo l’e-commerce un fattore importante e sicuramente lo introdurremo".

E il futuro?  "La storia della nostra Cantina - prosegue Pietro Rota - è una storia molto ricca che ci riempie di responsabilità, vogliamo tornare ad essere un punto di riferimento importante per il vino di qualità che produciamo e punto di incontro enogastronomico ed enoturistico per il magnifico territorio in cui viviamo.  Credo fermamente che con impegno, insieme alla squadra che abbiamo costruito formata dai Consiglieri, dal Direttore Marco Crippa, dall'Enologo Angelo Divittini e la sinergica collaborazione con Oikos potremo realizzare tutto questo portando grandi risultati alla Cantina, ai nostri soci, ai nostri clienti e creando valore aggiunto all'intero territorio"

Quali sono le difficoltà per un'azienda vitivinicola che lavora in bergamasca? "Le principali difficoltà per una azienda che lavora in bergamasca sono la conformazione dei terreni collinari che danno grandi vini, ma comportano maggiori fatiche nella coltivazione e maggiori costi per i nostri soci conferitori. Si sconta inoltre una fatica a far conoscere i prodotti viticoli bergamaschi spesso associati a vini di bassa qualità, mentre sono anni che è in corso un percorso volto alla valorizzazione dei territori, dei vari cru esistenti e della tipicità di questi terreni argillosi che danno origine a grandi vini bianchi e a ottimi rossi." 

Sempre più alta la sensibilità anche da parte della ristorazione delle nostre valli, come evidenzia Crippa: "Nei ristoranti e negli agriturismi delle valli si sta assistendo ad un ritorno e a una valorizzazione dei prodotti locali e a km zero!.

Ma dove possiamo trovare il vino della Cantina Val San Martino? "Attualmente - spiega Crippa - abbiamo due canali di vendita: il nostro punto vendita dove appassionati di vino della zona vengono per degustare i nostri vini ed acquistarli; il negozio è aperto al pubblico dal lunedi al sabato e facciamo anche consegne a domicilio. Altro canale è l’Horeca e la GDO. I nostri vini si possono trovare presso Esselunga, Conad, Gran Mercato e in numerosi agriturismi e ristoranti della zona grazie al nostro servizio commerciale.  

Cantina Val San Martino

via Bergamo, 1195 - Pontida (BG)

Tel 035.795035 - email info@cantinavalsanmartino.com

Sito ufficiale - Pagina Facebook

Seguici su tutti i nostri canali social

CONTENUTO SPONSORIZZATO

COMMENTI

Lascia un commento





Settembre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

   




Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph