Intossicazione allo Sportpiù di via San Bernardino: tre persone in ospedale

Redazione 02/09/2019 0 commenti

Oggi, poco dopo le ore 14 presso il Centro Sportivo Sportpiù di via San Bernardino a Bergamo, si è verificato un episodio di intossicazione che ha colpito tre persone (due addette alla piscina del centro e una cliente). Le persone interessate hanno lamentato disturbi e difficoltà respiratorie, senso di malessere e nausea, dovuti presumibilmente (ma sono in corso accertamenti per verificare la reale causa) all'inalazione di cloro.

E' stato allertato il Servizio Sanitario di Emergenza (112)  che le ha soccorse e trasportate al pronto soccorso dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII in codice verde; sono intervenuti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i tecnici del Dipartimento di Prevenzione di ATS Bergamo.  Le condizioni  delle persone coinvolte non sono gravi.

Sono in corso gli accertamenti per capire l'origine del disinfettante che è stato rilasciato nell'ambiente. Potrebbe trattarsi di un rilascio acuto e improvviso, ma anche di un rilascio lento risalente a uno o due giorni fa. La piscina, infatti, ha riaperto stamattina dopo essere stata chiusa il sabato e la domenica.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Commento del dott. Sergio Piazzola Responsabile Area Specialistica Igiene e Sicurezza del Lavoro  - Ufficio Direzione UOC Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria ATS di Bergamo: "Capita non di rado che l'esposizione acuta (cioè in poco tempo ed a livelli consistenti)  a cloro e a  disinfettanti  causi questi episodi di malessere respiratorio con, spesso, anche irritazione a livello degli occhi e della gola. Le cause possono essere di tipo meccanico (guasti alle valvole e tubazioni)  o di tipo  tecnico o procedurale (errori nella misurazione, nella scelta o nella modalità dell'aggiunta di disinfettanti all'acqua delle piscine). 

Per quanto riguarda l'esposizione cronica, cioè che dura a lungo nel tempo seppur a livelli di concentrazione non elevati, i frequentatori  assidui delle piscine possono essere esposti ai sottoprodotti di disinfezione  e possono soffrire  di disturbi temporanei come  affaticamento, raffreddori cronici, problemi di voce, irritazioni agli occhi, emicrania, irritazioni alla gola, eczema e  sinusiti. Se la ventilazione delle piscina è  insufficiente  rimangono nell'edificio  i sottoprodotti volatili della disinfezione. I disinfettanti alternativi che producono meno sottoprodotti di disinfezione e una ventilazione migliorata possono prevenire o almeno minimizzare questi problemi".

Seguici su tutti i nostri canali social

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Marzo 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph