La Lombardia resta in zona arancione ''rafforzato'', ma la curva è in salita

Eleonora Busi 05/03/2021 0 commenti

La Lombardia resta in zona arancione scuro, sfiorando la zona rossa. Lo conferma il presidente della Regione Attilio Fontana, che ha dichiarato: “La Lombardia ha parametri da zona arancione, ma la raccomandazione è di adottare il massimo livello di mitigazione”. Per i lombardi, dunque, nessun cambio colore dopo l'ordinanza firmata nella giornata di ieri dal governatore per rafforzare la zona arancione.

Secondo l'ultimo monitoraggio dell'Iss, l'Rt della Lombardia è cresciuto notevolmente, toccando l'1.13. La curva è in salita, complice l'elevata diffusione delle varianti ed in particolare di quella inglese, responsabile di più della metà dei contagi. Il rischio, se i dati non dovessero calare, è che la Lombardia possa effettivamente passare alla fascia di rischio più alta la settimana successiva.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Le regole della zona “arancione rafforzato”

  • Sono sospese le lezioni in presenza per tutte le classi, ad eccezione degli asili nido;
  • Non è consentito a chi non risiede nel territorio della Regione di spostarsi verso le seconde case, salvo che per spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità;
  • Vietati gli spostamenti interregionali se non per comprovati motivi. Sempre consentito il ritorno alla propria residenza, domicilio oppure abitazione;
  • Non è possibile fare visita in abitazioni private nel territorio regionale;
  • L'accesso alle attività commerciali al dettaglio è consentito ad un solo componente per nucleo famigliare (ad eccezione per la necessità di portare con sé minori, disabili o anziani);
  • Vietato l'utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport, come parchi giochi e campi, all'interno di parchi, ville e giardini pubblici, tranne per i soggetti con disabilità;
  • Divieto di varcare i confini comunali se non per comprovati motivi. Resta valida la deroga per i piccoli Comuni sotto i 5mila abitanti;
  • Bar e ristoranti restano chiusi, con possibilità di asporto fino alle 22 e domicilio senza limite orario;
  • Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5;
  • I negozi rimangono aperti, mentre i centri commerciali chiudono nei weekend e nei festivi e prefestivi.

Seguici su tutti i nostri canali social

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Aprile 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

  








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph