Lombardia in zona rossa da lunedì 8 marzo? La variante inglese fa paura: 64% dei contagi

Eleonora Busi 03/03/2021 0 commenti

In Lombardia torna la paura per il Covid: mentre la curva dei contagi continua a salire senza dare cenni di arrestarsi, a preoccupare sono soprattutto le varianti ed in particolare quella inglese che – ormai è certo – è diventata dominante nella nostra Regione. E fra i ricoveri che continuano a salire, in particolare le terapie intensive, e la percentuale dei positivi sui tamponi schizzata dal 5% fino a picchi di 9 e 10%, come una spada di Damocle torna a calare su tutta la Lombardia lo spettro della zona rossa.

Le analisi sui tamponi positivi realizzate dai laboratori lombardi hanno indicando una presenza del 64% della cosiddetta variante inglese” ha fatto sapere martedì l'assessore al Welfare, Letizia Moratti, confermando una diffusione ormai estesa a tutto lo stivale. A dominare i contagi, però, non è solo la variante inglese.

Complessivamente sono stati analizzati 2.023 campioni – ha aggiunto l'assessore – Tra questi sono stati identificati 978 casi di variante pari al 48%, così suddivisi: 578 inglesi, 18 sudafricane, 10 brasiliane e 372 compatibili con una delle tre varianti”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Anche senza analisi di laboratorio, sono in ogni caso i dati e le “micro-zone” rosse e arancione scuro a parlare chiaro. Sono 8 le province sulle 12 lombarde che presentano almeno un Comune con divieti e misure più restrittive – Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Mantova, Milano, Pavia e Varese –, segno che il Covid viaggia sempre più veloce. Non è escluso, quindi, che da lunedì 8 marzo, dopo il consueto monitoraggio settimanale dell'Iss, la Lombardia possa cambiare nuovamente colore, tornando nella fascia più alta di rischio.

E con lei numerose, altre regioni italiane. Come affermato poche ore fa da Guido Bertolaso (consulente del Presidente di Regione Lombardia per il piano vaccinale) che teme tutta l'Italia – Sardegna esclusa poiché zona bianca – “si stia avvicinando a passi lunghi verso la zona rossa. La Lombardia, per quello che ha passato nei mesi scorsi, è più vulnerabile rispetto ad altre regioni, ma non sono preoccupato per questa regione più che per altre”. Bertolaso ha poi aggiunto: “È fuori discussione che bisogna vaccinare. Si può fare molto di più rispetto a quello che già stiamo facendo rispetto a questa situazione. Bisogna andare a Bruxelles a battere i pugni”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Aprile 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

  








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph