Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

La neve è arrivata: qualche problema alla viabilità, ma esultano i gestori degli impianti

In molti la hanno desiderata, si è fatta attendere come una vera “dama”, ma finalmente è arrivata anche da noi: parliamo della neve che, nonostante fosse annunciata, ha colto di sorpresa e meravigliato un po' tutti.
1 Febbraio 2019

In molti la hanno desiderata, si è fatta attendere come una vera “dama”, ma finalmente è arrivata anche da noi: parliamo della neve che, nonostante fosse annunciata, ha colto di sorpresa e meravigliato un po' tutti. 

Con la sua danza ha imbiancato città e pianura, ma soprattutto le nostre valli – nostalgiche della sua presenza – che l'hanno accolta con entusiasmo. Fin dalle prime ore del mattino scendono fiocchi un po' ovunque e il resoconto di oggi 1 febbraio parla di un bilancio a tratti positivo e a tratti negativo.

La viabilità ne ha sofferto, specialmente in Valle Brembana, dove anche in condizioni normali i ritardi e le code sono frequenti; questa mattina raggiungere Bergamo dall'alta Valle risultava complicato, con colonne e disagi registrati fin dai primi chilometri della strada statale 470, l'arteria principale della Valle, peggiorando man mano ci si avvicinava a Bergamo.

Dall'altro lato della medaglia, per i rifugi in alta quota e gli impianti sciistici è stata, letteralmente, una manna dal cielo: 40 i cm di neve raggiunti a Foppolo e Piazzatorre. A portare questa fresca ondata di maltempo è stata un'intensa perturbazione atlantica che ha sparso fiocchi di neve su tutto il Nord Italia; la Regione Lombardia ha emesso infatti un avviso di criticità “arancione – moderata” sulle Prealpi orobiche e “giallo – ordinaria” in pianura per la giornata di oggi.

Piano neve della Provincia

Gli enti interessati si sono attivati in previsione della turbolenza a predisporre con un certo anticipo gli interventi previsti nel piano neve deciso dalla Provincia di Bergamo, che ha convocato ieri un vertice operativo per organizzare la situazione.

Questo piano prevede la suddivisione del territorio in 38 zone entro le quali hanno il compito di intervenire le rispettive imprese appaltatrici, prestando un'attenzione particolare all'accessibilità ospedaliera, agli svincoli autostradali e alle strade di collegamento all'aeroporto.

Le scuole

Ogni singolo Comune ha valutato personalmente la situazione neve e scuole, decidendo per sé un'eventuale chiusura dei complessi scolastici. Per quanto riguarda le nostre valli, nelle giornate di oggi e domani si è deciso di chiudere in via precauzionale la Scuola dell'infanzia di Bracca e le scuole di Costa Serina, sia primarie che secondarie, e di Taleggio in la Valle Brembana. Aperte invece le scuole dei plessi di Valnegra, Valbrembilla e Zogno. In Valle Imagna fermi gli istituti scolastici di Sant'Omobono Terme, Capizzone, Berbenno e Rota d'Imagna. Aperti quelli di Almenno San Bartolomeo e Almenno San Salvatore.

Ultime Notizie

X
X
linkcross