A schiena bassa - Giovanni e Il Giardino della Frutta, una storia lunga quattro generazioni

Cristian Cattaneo 28/09/2019

Dopo le meritate vacanze, la nostra rubrica fa tappa a Corna Imagna da Giovanni Locatelli, imprenditore agricolo trentaduenne, titolare dell’azienda agricola “Il Giardino della Frutta”. Per raggiungerlo, lasciamo l’auto presso il centro sportivo di Sant’Omobono e ci incamminiamo per il tracciato del percorso vitae, accompagnati dal nobile e delicato suono delle acque dell’Imagna.

Dopo un breve tratto di sterrato, raggiungiamo Giovanni, alle prese in questi giorni con la raccolta delle mele. “La nostra azienda – esordisce Giovanni – ha terreni coltivati che non si limitano al Comune di Corna Imagna, ma comprendono aree che spaziano nei Comuni limitrofi di Rota Imagna, Sant’Omobono e Locatello.” L’Azienda ha, infatti, un’estensione di ben 15 ettari, che include boschi, prati, frutteti e orti, collocati tra i 450 mt. e i 700 mt. sul livello del mare.

Grazie a questa varietà di aree coltivate, la produzione dell’azienda risulta particolarmente articolata: “La nostra produzione, di fatto, comprende una grande varietà di frutta e verdura di stagione: principalmente mele, ma anche patate, castagne, noci, zucche, zucchine, cetrioli, fagioli, pomodori, rape, carote, cipolle, porri, aglio, cornetti, mais, albicocche, pesche, prugne, cachi, uva, kiwi”. Grazie a quest’ampia gamma di materia prima, Giovanni produce anche diversi prodotti derivati: “Durante l’anno produco diversi trasformati, come ad esempio succhi di frutta, confetture, composte, sciroppi e così via”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

All’interno di tutta questa grande varietà di prodotti, l’azienda è conosciuta soprattutto per le sue mele: “La nostra azienda coltiva diverse varietà di mela, in modo da abbracciare i diversi gusti e, grazie ai differenti tempi di maturazione, avere un prodotto genuino, sano e fresco in diversi momenti dell’anno”. Le varietà di mela, infatti, maturano in diversi momenti dell’anno: si inizia a fin agosto con la raccolta delle varietà “Royal gala” e “Renetta grigia”, fino alle “Biancaneve” e “Ruggine”, la cui raccolta si protrae fino alle porte dell’inverno.

Da tempo, inoltre, Giovanni propone con gran successo momenti di raccolta “self-service” delle mele direttamente in frutteto. L'evento coinvolge grandi e piccini in un entusiasmante viaggio a stretto contatto con la natura. “La gente che viene a trovarci riceve un cesto e viene indirizzata verso il frutteto, dove può iniziare a raccogliere le mele, sempre mantenendo il massimo rispetto per le piante e per il frutto; Il risultato della propria raccolta viene poi pesato e pagato al chilo.”. Questa modalità di "pick your own" restituisce alle persone la bellezza del contatto con la natura, andando oltre il concetto di acquisto di un bene, nell’ottica di un’esperienza immersiva e a chilometro zero. “La raccolta delle mele si svolge da settembre a novembre, iniziando dalla Royal Gala per poi proseguire con Renetta, Golden, Crimison Crisp, Ruggine, Fuji, Morghen, e altre varietà; questa iniziativa viene riproposta tutti i sabati e le domeniche di settembre e ottobre, prodotto e tempo permettendo”.

La famiglia Locatelli

Ma, dove nasce la passione di Giovanni per la frutta? “Anche se l’azienda nasce ufficialmente nel 2011, io vengo da una famiglia che si occupa di frutta da quattro generazioni; crescendo in questo ambiente ho iniziato fin da piccolo ad apprezzare questo modo di vivere. La mia famiglia mi ha dato l’esempio di uno stile di vita improntato sul rispetto dalla natura, che ha bisogno dei suoi spazi e dei suoi tempi, nonché la costanza nel dedicarsi al lavoro. Anche io, che sono papà, avverto la responsabilità di tramandare questi valori, non solo attraverso le parole ma, soprattutto, con l’esempio.”.

Chiediamo a Giovanni un’opinione sul futuro del mondo agricolo nelle nostre valli, e lui risponde senza esitare: “Il nostro lavoro ha bisogno di vivere ogni attimo in stretta sintonia con il territorio, come il terreno, il clima, le persone che lo vivono; noi, come professionisti del settore, dobbiamo metterci l’anima e fare le cose per bene.”. Una visione positiva delle cose, insomma: “Sì, il futuro lo vedo positivo, ovviamente confidando nella collaborazione delle amministrazioni e degli enti che gestiscono il territorio.” 

Anche quando chiediamo un’opinione sulle criticità, Giovanni parte deciso nell’indicarle con lucidità: “Un punto dolente è senza dubbio la viabilità, soprattutto per facilitare lo scambio con le altre vallate.”.Salutiamo Giovanni, ripercorrendo a ritroso la strada sterrata, mentre sgranocchiamo una succosissima mela, senza il timore di essere seguiti perché almeno per oggi, credeteci, nessun medico verrà ad importunarci.

 

Contatti

Sito web: WWW.ILGIARDINODELLAFRUTTA.COM

e-mail: AZ.AGR.ILGIARDINODELLAFRUTTA@GMAIL.COM

Possibilità di iscriversi alla newsletter inviando una e-mail

Pagine FACEBOOK/INSTAGRAM:

Telefono: 366.2594351

Seguici su tutti i nostri canali social







Luglio 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph