S.Giovanni supporta le attività commerciali: riduzione della Tari a chi ha chiuso in quarantena

Eleonora Busi 07/07/2020 0 commenti

Riduzione della Tari (la tassa sui rifiuti) del 2020 alle attività non domestiche chiuse durante il periodo della quarantena: è la nuova delibera che il Comune di San Giovanni Bianco ha messo in campo nel periodo di ripartenza post-Covid, a supporto di quelle attività che hanno perso preziosi mesi di lavoro a causa dell'emergenza sanitaria da coronavirus.

La decisione a cui siamo giunti – ha spiegato il sindaco Marco Milesi a L'Eco di Bergamoderiva da una volontà forte dell'Amministrazione comunale tutta di venire incontro alle attività commerciali del nostro paese rispetto al periodo di carenza economica che hanno dovuto affrontare. La riduzione delle tariffe Tari che abbiamo disposto riguardano le attività commerciali presenti sul nostro territorio chiuse volontariamente o a causa delle norme anti-coronavirus”.

Una misura che quindi va incontro ai commercianti locali con il fine di “tamponare” i danni economici subiti nei mesi di lockdown. La riduzione – come affermato dal sindaco – è prevista sia per la quota variabile, sia per la quota fissa del tributo Tari 2020. Verranno attuati due tipi di riduzioni: una del 15% per le utenze non domestiche riaperte al 5 maggio, cioè prima della fine del lockdown oppure il giorno stesso della riapertura, e una del 25% oer le restanti utenze non domestiche costrette alla chiusura obbligatoria anche oltre il 5 maggio.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Essendo destinata a tutte le attività commerciali – ha continuato il sindaco milesi – stimiamo che avremo circa 40 mila euro in meno di entrate complessiva da questa azione. Ma la riteniamo necessaria per la nostra comunità e le nostre aziende, quindi l'abbiamo attuata senza dubbi”. Sul sito del Comune è disponibile il modulo per accedere alla riduzione: la richiesta va presentata entro il 31 luglio attraverso mail all'indirizzo servizi-finanziari@sangiovannibianco.org oppure tramite pec a comune.sangiovannibianco@pec.regione.lombardia.it.

La riduzione sarà poi applicata sulla rata di saldo del prossimo 16 dicembre. “Dalla riapertura – ha concluso il primo cittadino – abbiamo già approvato la concessione del suolo pubblico a titolo gratuito, a chi ne ha fatto richiesta e secondo le norme di sicurezza per dehors e spazi pubblici aperti. Un'altra misura che stiamo per realizzare è l'erogazione di un contributo straordinario a sostegno degli affitti di tutte le attività commerciali che sono state soggette a chiusura obbligatoria a causa dell'emergenza Covid-19.

Ne stiamo definendo gli ultimi dettagli e credo proprio che verrà approvata settimana prossima. La nostra intenzione è quella di fornire la copertura di alcune rate mensili del canone d'affitto delle attività. Sarà una misura valida sia per chi ha un contratto d'affitto con un privato, sia per chi ne ha uno invece con soggetti pubblici, come ad esempio gli esercenti che hanno in concessione degli spazi dell'Amministrazione comunale. Anche questa misura sarà impostante, perché stiamo cercando di mettere a disposizione un bel po' di risorse”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph