Un'estate a misura di Covid: il podio dei luoghi più gettonati in Val Brembana

Eleonora Busi 01/09/2020 0 commenti

L'estate sta finendo” intonava una celebre canzone, e con l'arrivo di settembre è tempo di tirare le somme di una stagione ormai in dirittura d'arrivo, quest'anno fortemente penalizzata dall'emergenza sanitaria ancora in corso. Un dato accomuna tutte le località: il turista medio ha scelto di affidarsi al turismo di prossimità, visitando quei luoghi a poche ore da casa oppure rispolverando – letteralmente – la seconda casa in montagna. Una filosofia che ha fatto il jackpot specialmente nelle nostre valli, che dopo i lunghi mesi difficili hanno avuto la possibilità di rifiorire in tutto il loro splendore paesaggistico e culturale.

A beneficiarne anche la Valle Brembana, secondo i dati di Visit Brembo una meta estiva molto gettonata nell'anno del Covid. Intervistata dal Corriere della Sera, la responsabile Elena Riceputi ha infatti stilato una classifica delle località più frequentate dagli avventori brembani. In vetta al podio c'è Carona, dove “si è registrato un pienone” afferma Riceputi, mentre la medaglia d'argento va a Piazzatorre che, grazie alla sua seggiovia, “ha offerto la possibilità di sfruttare il bike park per le discese down hill, l'unica in tutta la bergamasca su tre percorsi di diverse difficoltà”; al terzo posto si inseriscono i Piani dell'Avaro di Cusio, meta particolarmente family friendly e facilmente raggiungibile in auto, “con la possibilità, inoltre, di passeggiare fin verso il laghetto di Ponteranica”.

Menzione d'onore anche ai rifugi, particolarmente apprezzati da chi ha scelto il fresco della montagna piuttosto della calura salmastra. “Il flusso registrato il sabato e la domenica è stato molto buono – ha affermato la responsabile – ma si è mantenuto su discreti livelli anche durante la settimana, mentre le escursioni guidate con gruppi, seppur ridotti nel numero, sono sempre state al completo”. Un sold out dunque che conferma ancora una volta le preferenze estive di migliaia di bergamaschi e non. Per quanto riguarda invece la travagliata Foppolo, la stagione pare non essere completamente negativa. “Con l'apertura delle seggiovie – ha spiegato Riceputi – a fine luglio, si è incentivata la movimentazione di quelle persone intenzionate a godersi la montagna senza faticare”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Ma non è tutto oro ciò che luccica. Le seconde case sono ben presto diventate un vecchio tesoro da riesumare, ma ciò a discapito di alberghi e albergatori, che hanno sofferto particolarmente il nuovo trend. “Tutte le seconde case da Foppolo a Olmo al Brembo fino a Santa Brigida sono state riaperte, con i laghetti delle Orobie gettonatissimi” conferma Riceputi. Ultima, ma non per importanza, San Pellegrino Terme ha particolarmente brillato grazie alle sue terme, che hanno attratto numerosi visitatori.

La riapertura della struttura è avvenuta in tempi recenti – afferma Riceputi – ma va detto che durante il lockdown la proprietà ha effettuato importanti investimenti realizzando due nuove piscine esterne. Un segnale importante degli imprenditori che in questa struttura credono molto. Se si è visto qualche straniero in valle lo si deve solo alla nomea di queste terme che, per fascino e storia, non hanno rivali”.

Ma qual è l'identikit del turista che ha scelto la Valle? In pole position vi sono famiglie e coppie giovani, che hanno optato per la montagna principalmente per la possibilità di passeggiare e di effettuare attività all'aria aperta, che certamente non sono mancate, oppure di frequentare agriturismi e rifugi con permanenza media di 2-3 pernottamenti. In calo, invece, gli arrivi delle persone over 65, coloro che un tempo si fermavano anche per settimane: la prudenza nei confronti dell'emergenza sanitaria ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale in questo calo.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph