L'amore in Valle Brembana e Imagna ai tempi del Covid: 6 luoghi romantici per festeggiare S.Valentino

Eleonora Busi 10/02/2021 0 commenti

L'amore è nell'aria in Valle Brembana e Valle Imagna: San Valentino è arrivato e per tutti gli innamorati (ma non solo), questa è un'ottima occasione per mettere in atto una “fuga d'amore” dalla durata di un week-end, approfittando della zona gialla lombarda. Distanziamento sociale e mascherine alla mano, perché non scegliere le valli bergamasche come meta romantica? Ecco sei luoghi da visitare assolutamente nel giorno più dolce dell'anno.

Fuipiano Valle Imagna – Il meraviglioso borgo di Arnosto

Un borgo medioevale che pare essere rimasto sospeso nel tempo. Ai tempi, fu sede della Dogana Veneta: qui si delineava infatti il confine fra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia. Una passeggiata nella suggestiva Arnosto è l'ideale per chi cerca un week-end di San Valentino all'insegna del relax, immerso nel silenzio della solitudine di montagna incorniciato dai caratteristici tetti in piode – pietra tipica locale – murature in pietra e portali ad arco.

Come arrivare? – Dopo lo svincolo per la Valle Imagna lungo la SP14, proseguire per circa 6km e mezzo. Alla rotonda prendere la seconda uscita ed imboccare via A.Stoppani/SP14. Proseguire dritto e poi svoltare leggermente a sinistra per rimanere su SP18. Seguire le indicazioni per Fuipiano Valle Imagna.


(Il borgo di Arnosto | cr. e-borghi.com)

Sant'Omobono Terme – Passeggiata nella natura o vista dalla Cornabusa?

Nel paese delle cinque frazioni, di attività ce ne sono per tutti i gusti. Per gli amanti della natura e del verde esiste il famoso “Percorso Vita” che da Selino Basso si snoda lungo il torrente Imagna, attraversando il territorio dei Comuni limitrofi – Rota d'Imagna, Locatello e Corna d'Imagna. Dieci chilometri costellati di aree attrezzate per pic-nic o momenti di semplice relax, da passare insieme alla propria dolce metà. Un altro interessante, e insolito, luogo in cui passare San Valentino è il Santuario della Cornabusa, nella frazione di Cepino. Incastonato sul versante di un monte, si tratta di uno dei luoghi di fede a cui i valdimagnini sono più devoti. Dalla terrazza del Santuario, poi, è possibile godere di una vista mozzafiato su tutto l'abitato di Sant'Omobono (e non solo!). Insomma: un luogo magico dove trascorrere qualche ora diversa dal solito.

Come arrivare? Indicazioni per il Percorso Vita: Dopo lo svincolo per la Valle Imagna lungo la SP14, proseguire per circa 6km e mezzo. Alla rotonda prendere la seconda uscita ed imboccare via A.Stoppani/SP14. Proseguire dritto su via IV Novembre e poi svoltare due volte a sinistra.
Indicazioni per il Santuario della Cornabusa: Dopo lo svincolo per la Valle Imagna lungo la SP14, proseguire per circa 6km e mezzo. Alla rotonda prendere la seconda uscita ed imboccare via A.Stoppani/SP14. Proseguire per quasi 3km poi svoltare a sinistra e prendere via Cepino. Proseguire dritto e poi svoltare leggermente a destra per rimanere su viale Papa Giovanni XXIII, poi proseguire fino al Santuario.


(Santuario della Cornabusa e Percorso Vita | cr: fondoambiente.it / turismovalleimagna.it)

Berbenno – Gita fra natura e fossili al Monumento Naturale della Valle Brunone

La Valle Brunone è un sito particolarmente bello e suggestivo nel territorio di Berbenno, poco distante da Ponte Giurino. Ricca di giacimenti e fossili paleontologici risalenti al Triassico Superiore, questa valletta che si sviluppa sul corso del torrente Brunone è una meta particolare per passare un San Valentino diverso, a completo contatto con la natura e la storia che si respira visitandola e osservandola.

Come accedere? – Vari sono i punti di accesso alla Valle Brunone, il più facile è il Percorso A che partendo dalla strada provinciale in prossimità del campo sportivo di Ponte Giurino (ingresso 1) porta alla sorgente sulfurea: è un sentiero di facile percorrenza, ben tracciato, che segue il corso del torrente. I percorsi B e C (dai 30’ minuti il primo a 1,30-2 ore di percorrenza) sono costituiti da una rete di sentieri ad anello che si sviluppano nell’area in mezzo al bosco.


(Monumento Naturale della Valle Brunone | cr: giteinlombardia.it)

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Cornello dei Tasso – A spasso nella storia fra Oneta e Cornello

La Via Mercatorum, in tempi antichi, fu una delle principali arterie della Valle Brembana. Con il tempo sostituita da strade carrozzabili, ad oggi restano intatti ancora alcuni percorsi che contraddistinguevano la viabilità del tempo. Uno di questi si trova fra due meravigliosi borghi dal caratteristico sapore medioevale: quello di Oneta a San Giovanni Bianco e Cornello dei Tasso, a Camerata Cornello. Si tratta di una passeggiata (percorribile in entrambe le direzioni) fra boschi, ruscelli e cappelle dalla durata di 30 minuti, prevalentemente pianeggiante e perciò adatta a tutti.

Come arrivare? – Indicazioni per il percorso da Oneta: Imboccare la SS470, direzione Valle Brembana e raggiungere San Giovanni Bianco. Imboccare via S.Carlo/SP25, proseguire per 400mt e poi svoltare a destra e prendere via Roncaglia Fuori. Proseguire dritto fino a raggiungere il parcheggio.


(Cornello dei Tasso | cr: in-lombardia.it)

Piazza Brembana – Un cuore gigante in cui immortalare il proprio amore

Piazza Brembana è una cittadina tranquilla, ma brulicante di attività e negozi di ogni genere e gusto. Punto di arrivo (o partenza) della ciclopedonale della Valle Brembana, può essere facilmente raggiunta sia a piedi che in bicicletta, nel caso in cui si voglia lasciare l'auto a casa. In occasione della festa degli innamorati, proprio in centro è apparso un cuore gigante: una cornice perfetta per scatti romantici con la propria dolce metà (anche con i propri animaletti da compagnia!). Se, poi, si vuole sfidare la sorte, i negozianti di Piazza Brembana (in collaborazione con la Pro Loco) hanno attivato una simpatica iniziativa con in palio premi offerti dai commercianti. Tutto quello che bisogna fare è comprare all'interno dei negozi aderenti – li si può riconoscere da un cuore esposto – i biglietti della lotteria. Chissà che Cupido non possa portare un po' di fortuna.

Come arrivare? Imboccare la SS470, direzione Valle Brembana e proseguire, seguendo le indicazioni, fino a raggiungere Piazza Brembana.


(Il cuore gigante di Piazza Brembana | cr: Pro Loco Piazza Brembana)

San Pellegrino Terme – Città del liberty (e dell'amore)

Quale luogo più azzeccato della cittadina termale per festeggiare un San Valentino all'insegna del romanticismo? Sebbene la Spa sia, attualmente, chiusa, ciò non toglie che San Pellegrino Terme sia uno dei luoghi più suggestivi e carichi di vitalità dell'intera Valle Brembana. Passeggiare mano nella mano lungo il suo viale principale, accarezzati dal dolce frusciare del fiume Brembo che divide a metà il paese, oppure fermarsi in uno dei tanti locali e bar che costellano il centro cittadino, magari di fronte ad una tazza di cioccolata fumante? Le possibilità sono infinite, ma la certezza è una sola: la perfetta cornice di San Pellegrino renderà la giornata indimenticabile.

Come arrivare? Imboccare la SS470, direzione Valle Brembana e proseguire, seguendo le indicazioni, fino a raggiungere San Pellegrino Terme.


(Veduta sul Grand Hotel)

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Giugno 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph