Valle Imagna-Villa d'Almè, riprendono le attività di Tutela Minori: coinvolti 180 minorenni

Eleonora Busi 24/06/2020 0 commenti

L'emergenza sanitaria e la conseguente quarantena degli scorsi mesi ha posto un freno a numerose attività, comprese quelle presenti sul territorio. È il caso del servizio Tutela Minori dell'Ambito Valle Imagna-Villa d'Almè, gestito per conto di tutti i Comuni del territorio dall'Azienda Speciale Consortile, che ha dovuto reinventarsi per poter offrire assistenza anche a distanza e in modalità “smart”.

Il servizio Tutela Minori ha in carico tutte le situazioni che riguardano i minori in situazione di pregiudizio, sottoposti a provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria (Tribunale per i minorenni, Procura per i minorenni, Tribunale Ordinario), la cui gestione è stata conferita dal Comune all'Azienda Speciale Consortile Valle Imagna-Villa d'Almè. Fra i servizi a supporto dell'Area minori e famiglia, coordinata dal dr. Marco Ubiali, ci sono il servizio di Assistenza Domiciliare Minori, tutoring, mediazione culturale, incontri protetti.

Ci occupiamo di circa 180 minori nel territorio di nostra competenza – spiega Marco Ubiali – Dopo l'inizio dell'emergenza sanitaria ci siamo attivati per proseguire con i nostri servizi. Per quanto riguarda le situazioni meno complesse abbiamo attuato un monitoraggio a distanza con colloqui sia telefonici che videochiamate. I servizi che invece prevedevano un contatto fisico, come l'assistenza domiciliare educativa e l'attività di incontri protetti, sono stati sospesi per cui anche in quel caso abbiamo attivato un servizio in modalità da remoto. Questo ha comportato, di fatto, una distanza e il non poter incontrare famiglie e ragazzi ha congelato alcune situazioni che solo ora, con la ripartenza, stiamo cercando di riprendere in mano”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Ripartenza che è prevista nelle prossime settimane, quando saranno ripristinati tutti gli interventi domiciliari e quindi in presenza di educatori attraverso attività prevalentemente all'aperto, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza necessarie. “Stiamo attuando tutte le precauzioni possibili, distanza sociale e mascherine”, aggiunge Ubiali.

Presso le sedi di Sant'Omobono Terme – dove confluiscono i paesi dell'Ambito situati in alta Valle Imagna – e di Almenno San Bartolomeo, in cui il team si concentra sulle situazioni in bassa valle e dell'oltre Brembo (Almè, Villa d'Almè, Paladina, Valbrembo), riprenderanno anche i colloqui di sostegno con genitori e ragazzi.

Per quanto riguarda, invece, quelle situazioni più gravi dove è previsto un allontanamento dei minori dalla famiglia e dunque un collocamento presso famiglie affidatarie o comunità, il servizio verrà certamente riattivato, in collaborazione con ATS, previo tampone dei minori da inserire – conclude Ubiali – Infine riprenderanno anche gli interventi nell'area psicologica con genitori e ragazzi, a cura degli operatori dell'ASST  Bergamo Papa Giovanni XXIII presso il Consultorio di Villa d'Almè"

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph