Itinerari fra arte, gusto e fede - Il Santuario della Madonna della Coltura di Lenna

Alessandra Filippi 17/12/2019

Nel paese di Lenna confluiscono le due valli dell’alto Brembo, la Val di Fondra e la valle di Mezzoldo. Grazie alla sua centralità, negli ultimi decenni sono sorte numerose industrie e attività artigianali. In più, fino alla fine dell’800 qui erano attive importanti fucine e forni che lavoravano il ferro delle miniere presenti in alta valle.

In questa area incastonata nelle montagne, sito nella piana di Lenna, sorge da secoli il Santuario della Madonna della Coltura. Dietro questo luogo di culto esiste una leggenda: in questa località sorgeva una fucina dove lavorava come fabbro un giovane ragazzo di quattordici anni. All’interno si trovava un affresco della Beata Vergine Addolorata, dove il giovanotto di solito si raccoglieva per meditare. Nel 1580, in un giorno di ottobre, il ragazzo vide che il dipinto si illuminò di una luce intensa, che irradiò tutta la fucina. L’immagine fu subito venerata dagli abitanti della zona e si decise di trasformare la fucina in una chiesa.

La chiesa: Nell’altare maggiore è custodito il dipinto, risalente al 1580, che ritrae la Madonna con tra le braccia Gesù morto in croce, realizzata dai fratelli Gozzi di Lenna. All’esterno si possono ammirare invece l’affresco restaurato dedicato alla Madonna della Pietà, opera di Carlo Ceresa, e il portale che raffigura i Dolori della Madonna, attribuito allo scultore Giuseppe Nani. Nel 1903, poi, venne realizzata la statua che viene portata in processione ogni anno durante la prima domenica di settembre. La chiesa è, perciò, centro di grande devozione popolare.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

La prima domenica di settembre: Durante il primo weekend di settembre, molte sono le persone che si raccolgono nei pressi della chiesa. In genere, il sabato pomeriggio è dedicato alle confessioni, mentre la sera si può assistere al concerto della banda musicale ed essere incantati dallo spettacolo pirotecnico. La domenica la gente del posto si reca alla Santa Messa e, nel pomeriggio, alla processione con benedizione finale.

Nei dintorni: Per gli amanti della cucina tradizionale, la natura e gli animali è possibile fare un salto all’Agriturismo Ferdy. Molto caratteristico è, inoltre, il vecchio ponte della ferrovia, composto da otto arcate e lungo circa 119 metri. Indicato per famiglie con bambini è un sentiero nei pressi del santuario. Si parte dalla chiesa di Lenna e si attraversa il passaggio sul fiume Brembo. Proseguendo seguendo il sentiero nel bosco, si risale il corso del fiume. Terminata la mulattiera ci si ritrova su un breve tratto di strada asfaltata che si lascia in prossimità del ponte sul Brembo, dove si prende il sentiero che porterà al punto di partenza. Nei mesi estivi è possibile rinfrescarsi nell’acqua del fiume.

Seguici su tutti i nostri canali social







Luglio 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph