Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Daniele e Samanta e le loro api a Valsecca: obiettivo? Valorizzare la qualità

Daniele Todeschini – 34 anni – fa l'elettricista di professione, ma da qualche anno ha deciso di riprendere in mano una passione ereditata dal papà, che gli ha trasmesso l'amore per l'apicoltura.
18 Dicembre 2019

Chi lo conosce, sa che che le api sono la sua grande passione. Un piccolo mondo in via di espansione, che ha origine nel frutteto di casa a Valsecca, frazione di Sant'Omobono Terme, in Valle Imagna. Daniele Todeschini – 34 anni – fa l'elettricista di professione, ma da qualche anno ha deciso di riprendere in mano una passione ereditata dal papà, che gli ha trasmesso l'amore per l'apicoltura: nasce così l'Azienda Agricola Todeschini Daniele, una piccola realtà vallare che vuole scommettere sul proprio territorio e che identifica i propri obiettivi nella qualità dei suoi prodotti.

L'Azienda ha preso il via ufficialmente a cavallo fra il 2017 ed il 2018, ma Daniele lavora con le api da quando aveva cinque anni. Dopo che il papà è venuto a mancare, lui e sua sorella Samanta si sono rimboccati le maniche per portare avanti un'attività che per il giovane è anche una grande passione. A Valsecca, dove ha sede l'Azienda Agricola, alle api con le loro 35 arnie nel frutteto di casa non manca proprio niente: la vicinanza alle fonti d'acqua di Sant'Omobono, la ricerca di terreni non trattati con agenti chimici sono solo alcuni dei dettagli che rendono il miele dell'Azienda il più naturale e “nostrano” possibile, qualitativamente parlando.

Il nostro obiettivo è avere un prodotto che sia puro e non inquinato – spiega Samanta Todeschini, sorella di Daniele che lo aiuta con l'Azienda – Noi abbiamo, inoltre, voluto lavorare per fare la differenza: abbiamo optato per qualcosa di diverso dalla classica bancarella con solo miele, perché vogliamo valorizzare tutto il prodotto fino alla fine e tramutarlo in diversi prodotti come, ad esempio, crema per le mani con c'era d'api, burro cacao, pappa reali. Inoltre, del miele ne esistono diverse varianti con diverse proprietà curative; è un discorso a cui lavoriamo molto: cerchiamo sempre di far capire ai nostri clienti quale sia la differenza, a cosa serva quello di castagno rispetto a quello di tarassaco, per valorizzare così tutta la produzione”.


(Alcuni fra i prodotti dell'Azienda)

Sebbene il discorso qualitativo sia fondamentale, l'offerta lo è altrettanto. L'Azienda Agricola di Daniele si caratterizza anche per il suo occhio di riguardo nei confronti del confezionamento, con l'obiettivo di abbattere gli sprechi attraverso l'utilizzo di materiali o confezioni che possano essere riutilizzabili in altri contesti. “Cerchiamo di trasmettere quello che è il valore del prodotto – spiega Samanta – Quello che diamo della confezione, tutto deve essere sfruttato. Per cui, ad esempio, cerco di utilizzare scatole in legno o sacchetti in juta, così che nulla possa andare sprecato e alla persona che lo riceve resta anche un ricordo, oltre al prodotto di consumo che è il miele”.

Confezioni regalo ma non solo, anche bomboniere per matrimoni, battesimi e comunioni: tutto, ovviamente, made in Valle Imagna. Con l'arrivo delle feste natalizie, sono molteplici le idee regalo offerte dall'Azienda: “Abbiamo iniziato lo scorso anno a realizzare confezioni regalo natalizie, che sono piaciute molto – racconta Samanta – Dopodiché abbiamo iniziato a proporre anche bomboniere, di cui siamo soddisfatti. Abbiamo confezioni adatte a tutte le tasche: nel periodo natalizio, riceviamo i nostri clienti a casa il sabato per mostrare e proporre le nostre idee regalo, su richiesta anche personalizzate”.

L'Azienda è attualmente impegnata anche in eventi e fiere per la bergamasca: a supportare ed aiutare Daniele c'è la sua famiglia. “Io non faccio ufficialmente parte dell'azienda ed è un 'sacrificio' seguire questa attività – spiega Samanta – Ma è un sacrificio che per me è assolutamente sacro: quando vedo Daniele nel frutteto che guarda le api vedo che quello è il suo mondo, per me e per tutta la famiglia è aiutarlo a realizzare il suo sogno. E poi, chissà, magari un giorno questa potrebbe diventare proprio un'attività famigliare”.


(Una fra le confezioni natalizie proposte)

Quel che è certo è che l'Azienda di Daniele ha tutte le carte in regola per diventare un'attività a pieno regime. Lo scorso ottobre ha infatti vinto il Bando Idee 2019, il contributo a fondo perduto erogato dall'Azienda Speciale Consortile Valle Imagna-Villa d'Almè. L'obiettivo del progetto, dal nome “Un laboratorio ai piedi del Monte Resegone” è quello di costruire proprio un laboratorio di smielatura, maturazione e confezionamento del miele. “Un primo passo per dare una forma definitiva all'azienda e fare quella dell'apicoltore l'attività principale di Daniele – racconta Samanta – Inizialmente non conoscevamo il bando, per questo motivo siamo contenti per l'opportunità che abbiamo ricevuto”.

Ma quali sono i “buoni propositi” per l'anno nuovo che Daniele e la sua famiglia si sono prefissati? “Il progetto per l'anno prossimo è quello di espandere l'attività, con nuovi alveari e casse per le api, e magari anche cercare di migliorarci dal punto di vista del marketing, ad esempio introducendo sacchetti di juta personalizzati – conclude Samanta – Per il futuro, poi, si vedrà: per adesso realizzeremo il laboratorio a cui magari, un domani, potremo affiancare le produzioni del nostro frutteto come succhi di frutta e confetture”.

È possibile seguire le attività dell'Azienda Agricola di Daniele attraverso la sua pagina Facebook “Azienda Agricola Todeschini Daniele”.


(La sorella Samanta e la mamma insieme ai prodotti in esposizione)

Ultime Notizie

X
X
linkcross