Ciclopedonale Val Brembana: inaugurato il tratto Almè-Zogno, presto l'intitolazione a Gimondi

Redazione 18/09/2019 0 commenti

Martedì 17 settembre 2019 taglio del nastro per la pista ciclopedonale Sombreno - Zogno, il percorso che ripercorre il sedime della dismessa Ferrovia della Valle Brembana nel tratto compreso tra la stazione di Sombreno nel comune di Almè e la stazione di Brembilla nel comune di Zogno.

Erano presenti il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli, il consigliere delegato alle Grandi opere e Infrastrutture Mauro Bonomelli, oltre ai rappresentanti dei Comuni e di tutti gli enti coinvolti, al campione di ciclismo Ivan Gotti e a Norma Gimondi, figlia di Felice, che ha tagliato il nastro. Nel corso della cerimonia il presidente Gafforelli ha annunciato infatti la volontà di intitolare la pista ciclopedonale alla memoria di Felice Gimondi, dal momento che il percorso attraversa i luoghi di nascita e di residenza del grande campione. L'annuncio del presidente è stato interrotto da un lungo applauso.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Il progetto nasce dalla necessità di riqualificare il vecchio sedime ferroviario che lungo il percorso offre scenari naturali, architettonici ed artistici di inestimabile bellezza, e di migliorare la circolazione ciclistica e soprattutto pedonale attorno ai comuni interessati. L'itinerario ha lo scopo inoltre di raccordare le piste ciclabili esistenti del Parco dei Colli a sud del comune di Almè e della Ferrovia Valle Brembana a nord del comune di Zogno, nonchè di collegamento alla pista ciclopedonale di Clanezzo e a quella in previsione della Val Brembilla.

L'importo totale dell'opera è di 1 milione e 200mila euro finanziati per 522.572,66 euro dalla regione mediante Unioncamere e partecipazione dei Comuni Almè, Villa d'Almè, Sedrina e Zogno e Comunità Montana Valle Brembana, e per 648.022,11 euro dalla Provincia di Bergamo.

Il tratto, lungo circa 8 chilometri interessa i Comuni di Almè, Villa d'Almè, Sedrina e Zogno. Sul percorso sono presenti 7 ex stazioni ferroviarie in stile liberty, 11 gallerie da un minimo di 73 a un massimo di 222 metri e 4 ponti  con luce superiore a 10 metri.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Ottobre 2019

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

   






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph