Turoldo ancora al freddo e gli studenti protestano, il Dirigente: 'la Provincia si attivi'

Eleonora Busi 21/01/2020 1 commenti

I riscaldamenti non funzionano e gli studenti protestano: è quanto accade all'Istituto David Maria Turoldo di Zogno, dove gli alunni hanno programmato per domani, 22 gennaio, uno sciopero. Il motivo è il malfunzionamento del riscaldamento di un intero piano dell'edificio, a causa del quale nelle aule interessate la temperatura è scesa fino a toccare i 13°. Gli studenti stazioneranno davanti all'ingresso di via Ronco per tutta la durata delle lezioni, un sit-in di protesta con bevande calde per richiamare l'attenzione verso un problema che affligge da tempo l'Istituto.

Le aule coinvolte dal malfunzionamento si trovano al piano G e sono otto in totale: la E08, E09, E10, E11, E12, E13, F11, F12 ed F13. Il problema delle aule al freddo si presenta puntualmente da tempo e pare che a nulla siano valsi i solleciti della dirigenza alla Provincia, alla quale compete l'intero sistema di riscaldamento dell'istituto.

I tecnici vengono mandati tempestivamente ad intervenire, ma risolvono il problema per poco e puntualmente si ripresenta in forma nuova e diversa, con l'attribuzione di cause sempre nuove – afferma il Dirigente Scolastico Claudio Ghilardi Stamattina, stanco della situazione, non mi sono più limitato a contattare i Dirigenti della Provincia, ma ho voluto parlare direttamente con il Presidente per esprimere il mio disappunto e sconcerto rispetto a questa situazione che dura da tempo”.

Il problema, a quanto affermato dal Presidente, non è però esclusivo dell'Istituto Turoldo: il non funzionamento del riscaldamento riguarda la maggior parte delle scuole superiori della Provincia di Bergamo, che però non subiscono il calo termico come a Zogno dove la temperatura esterna è più bassa rispetto alla città. “Il Presidente ha preso a cuore la questione e ha dato la promessa di un'iniziativa determinante per risolvere il disagio – afferma Ghilardi – Penso non si risolverà comunque in modo definitivo in pochi giorni: come il Presidente stesso ha detto, è un problema che riguarda tutte le scuole superiori, per cui c'è un problema di gestione a monte che non funziona da anni”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Al riscaldamento non funzionante – continua Ghilardi – si aggiunge il fatto che gli infissi sono vecchi e richiederebbero un lavoro di risparmio energetico e ristrutturazione importante, del quale però è sempre responsabile la Provincia”. Anche lo scorso anno, sempre a gennaio, gli studenti avevano protestato per lo stesso problema, che interessava però un settore differente dell'edificio. “L'anno scorso c'era una perdita dei tubi, che sono stati poi sostituiti – spiega il Dirigente – Ogni volta il problema sembra che abbia origine diversa e non si riesce mai a risolvere in modo definitivo. E così arrivano le proteste, legittime, degli studenti, a volte dei docenti e dai genitori”.

Il Dirigente Scolastico ha emesso una circolare per informare le famiglie sulla situazione di quelle aule dove il riscaldamento non funziona, così che possano decidere liberamente se mandare i propri figli a scuola oppure no fino a quando il problema non sarà risolto “anche se – aggiunge Ghilardi – quando ci sarà finalmente una risoluzione, non sappiamo fino a quando durerà”.

L'augurio – conclude il Dirigente – è che la Provincia prenda in mano la questione, faccia una vera ricognizione approfondita di tutta l'impiantistica e pensi magari ad una sorta di riqualificazione energetica più seria e moderna, anche più autonoma che certo può portare a delle forti spese iniziali, ma che se ben fatta è un investimento che nel tempo porta ad un risparmio economico ed energetico, in un Paese in cui si parla di sprechi energetici, riscaldamento globale e questioni connesse”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Nicolò Erba 21/01/2020

Frequento questa scuola e non solo nelle aule descritte fa freddo in quanto ogni giorno profe e collaboratori si lamentano ogni giorno che da freddo. Protesterò anche io perché una situazione così non ho ancora vista

Lascia un commento





Febbraio 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

 






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph