A Corna Imagna il primo agriturismo vegano della Lombardia: 'animali ospiti non ingredienti'

Redazione 22/11/2018 7 commenti

“La capra campa” a Corna Imagna. È così, con un nome decisamente sopra le righe e che richiama un vecchio scioglilingua, che Valerio Meregalli, 39anni, originario di Usmate Velate e Roberta Marchi, 40 anni, di Monza, hanno chiamato il loro agriturismo vegano, dove “gli animali non sono ingredienti, ma ospiti”.

Una soluzione, quella dell'only vegan, non particolarmente diffusa a livello nazionale, e in Lombardia si tratta addirittura del primo caso. "La capra campa" è infatti il primo agriturismo vegano lombardo e uno dei pochissimi in Italia. Davvero un risultato importante se si considera che nel nostro paese sono circa 25mila le aziende agrituristiche.

“Stavano cercando un edificio immerso nella natura e che ben si sposasse con quello che era il nostro progetto - spiega Valerio - . Abbiamo cercato la location giusta per più di un anno e, alla fine, dopo aver provato senza successo nella valli Seriana e Brembana abbiamo trovato la soluzione perfetta, una vecchia cascina, in Valle Imagna, valle che ci ha subito colpito per via della sua natura 'selvaggia. Quando siamo arrivati qui a dicembre la struttura si presentava già in buono stato e abbiamo fatto solo alcuni piccoli interventi ricavarne la nostra abitazione oltre ovviamente ad adattarla alla parte di agriturismo. Dopo cinque mesi abbiamo aperto l'azienda agricola e a settembre inaugurato l'agriturismo'”. 

I due ragazzi, che nella vita sono una coppia, hanno a disposizione un orto di circa 1000 mq dove coltivano verdura e frutta di stagione seguendo i principi dell'agricoltura biologica biointensiva. “Ora è periodo di zucche, patate e stanno arrivando cavoli, verze, broccoli, finocchi – prosegue Valerio - e tutto viene poi raccolto e trasformato nei piatti che serviamo in tavola ai nostri ospiti: risotti, lasagne, pasta fatta in casa, polenta con legumi e verdure e tanto altro ancora. E l'anno prossimo ci saranno anche frutti rossi e piante da frutta i cui prodotti verranno usati per fare marmellate. Il nostro obiettivo è di far contenti gli ospiti e far capire loro che essere vegani non significa mangiare solo insalata, ma uscire con la pancia piena seguendo una filosofia dietetica cruelty-free”. 

L'agriturismo "La capra campa" offre anche diverse attività esperienziali, come spiega Valerio: "Accompagniamo gli ospiti con percorsi particolari. In futuro ci piacerebbe promuovere corsi di riconoscimento erbe spontanee, corsi per sviluppare orti per principianti, riconoscere funghi e altre attività che possono avvicinare i nostri ospiti alla natura e staccare le persone dallo smartphone" Ospiti che al primo agriturismo vegano della Lombardia vengono da tutta Italia (Milano, Parma, Torino, Genova), e persino dalla Svizzera.

Alle spalle un' importante esperienza in alcuni rifugi per animali. "Sia io che Roberta - spiega Valerio - abbiamo lavorato molti anni presso rifugi, dove abbiamo imparato a gestire gli animali e ad amarli. Sono partito da zero. Da lavoro in ufficio per 10 ore al giorno con mal di schiena tutti i giorni mi sono ritrovato con la zappa in mano e un terreno totalmente incolto. Fondamentalmente sono un autodidatta ma ho anche partecipato ad alcuni corsi di formazione. Sicuramente però il miglior modo per imparare è quello di buttarsi".

Non dimentichiamoci i protagonisti dell'agriturismo sono gli animali: cani, gatti, papere, capre, pecore, capponi, galline, asini. Tutti scorrazzano liberi nei terreni dell'agriturismo che, oltre al ristorante vegano che può ospitare fino a 15 persone, offre tre camere con vista sulla valle.

Per ulteriori info visitate il sito web ufficiale e la pagina Facebook. Contatti: tel 035.0773012 email fattorialacapracampa@gmail.com

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Ornella Saglimbeni 24/02/2020

Complimenti ragazzi, siete eroi ed precursori di quello che speriamo sia il futuro, almeno nella consapevolezza di un maggior numero di persone

Ornella 24/02/2020

Saglimbeni

Amos 20/02/2020

I cani sono onnivori i gatti carnivori. La loro nutrizione è obbligatoria x natura così la nostra no non abbiamo mai avuto le loro zanne x mangiare carne cruda da animali predati piuttosto abbiamo dentatura piatta che si distruggerebbe all’istante se tentassimo di addentare un coniglio o cinghiale crudi senza lance o coltelli quando è nato l’uomo. I biologi oltre a ciò dimostrano facilmente la natura frugivora (abbiamo cioè sempre mangiato frutta, bacche e tuberi e poi siamo diventati contadini per millenni la caccia è intervenuta millenni dopo per disperazione durante l’ultima era glaciale dove frutta patate e verdura non c’erano più) natura frugivora e con verdure e leguminose e carboidrati dovuta al fatto che abbiamo l’intestino lungo decine di metri dove la carne imputridisce in fretta. I veri carnivori come gatti, tigri, lupi hanno l’intestino cortissimo per garantire una rapida evacuazione senza putrefazione dato che sono obbligati dal loro organismo a mangiare carne tutti i giorni. Proprio per questo il loro sangue è acido adatto a convivere con enormi quantità di proteine della carne mentre noi lo abbiamo basico tutto l’opposto completamente inadatto a convivere in salute con le proteine dells carne che in effetti x noi sono altamente tumorali oltre che piene di colesterolo (infarti e ictus). I loro gatti e cani sono lì sicuramente però perché sono stati salvati dal randagismo o maltrattamenti o abbandoni quindi per una buona causa. Sul fatto che papere e capretto mangierebbero tutto L’orto sicuramente è stato recintato, cosa semplicissima che dovrebbero fare tutti invece che sparare a innocenti daini, caprioli e cinghiali senza risparmiare nemmeno i cuccioli

Curioso 19/02/2020

cani e gatti vegani pure?

Paolo 06/07/2019

Se gli animali scorrazzano liberi come fate a non fargli mangiare le verdure che voi stessi coltivate? Penso in particolare alle capre ed alle anatre che sono solitamente voraci. Inoltre se è una azienda vegana cosa ve ne fate dei capponi? E come li ottenete?

Fiammetta 06/07/2019

Tutto bello e interessante , vi auguro da apicultrice di allargare anche alle api questa esperienza ,ne rimarrete estasiati ,vi faccio infiniti auguri per la vostra attivita ????????????????????????????????????????????????????

Massimo Sanalitro 19/06/2019

Verrò sicuramente.

Lascia un commento





Aprile 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

   






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph