Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

A Corna Imagna il parcheggio diventa una (vera) piazza, e il nome lo daranno i bambini

Da sempre sfruttato come luogo di incontro da cittadini e villeggianti, il parcheggio pubblico sotto il sagrato della chiesa parrocchiale di Corna Imagna si rimette a nuovo, diventando a tutti gli effetti una piazza.
20 Maggio 2019

Da sempre sfruttato come luogo di incontro da cittadini e villeggianti, il parcheggio pubblico sotto il sagrato della chiesa parrocchiale di Corna Imagna si rimette a nuovo, diventando a tutti gli effetti una piazza. A volerlo l'amministrazione comunale del paese valdimagnino con un intervento di riqualificazione iniziato a fine 2018 e che vedrà la sua conclusione nel periodo estivo.

L'area, attraversata dalla strada comunale che da via Marche porta in via Finilmasher (e così rimarrà), sarà completamente rinnovata grazie ai lavori dal costo di circa 200 mila euro, quasi interamente sostenuti dal bando regionale Valli Prealpine (presentato da Comunità Montana Valle Imagna) – per 149 mila euro, e il resto con mutuo da BIM Bergamo. “È un progetto a cui stavamo lavorando da diversi anni – spiega il primo cittadino Giacomo InvernizziL'obiettivo è quello di convertire un'area prima destinata a parcheggio in un luogo di incontro, aggregativo, come già in parte lo è. Anche se oggi ha un po' perso questa funzione e difficilmente si vedono i ragazzi come qualche anno fa. Vogliamo realizzare una vera piazza, individuata in un'area centrale del paese”.

Il progetto prevede una fontana, che ricorda gli abbeveratoi, con copertura in piode, una terrazza panoramica di quasi 300 mq che si affaccia sugli altri paesi della Valle Imagna. Protagonisti i bambini delle scuole elementari, che hanno disegnato le lamiere realizzate in pantografia. I bimbi decideranno inoltre il nome della futura piazza, che verrà poi inciso su un obelisco.

Previsto anche un nuovo impianto di illuminazione LED, un parcheggio per biciclette e una centralina per allaccio impianti in eventualità di manifestazioni, oltre che nuove panchine in calcestruzzo dal design originale: si tratta di elementi “sollevati” dal pavimento, sotto i quali verrà posizionato un mosaico azzurro per simulare la presenza di acqua (vedi gallery con render a fondo pagina). “Fontana e lamiere, insieme a delle aiuole, saranno posizionate lungo i muri di contenimento del sagrato - spiega la progettista Marcella Carminati - l'idea progettuale è quella di migliorare l'impatto di questi muri con elementi che richiamino alcuni aspetti tipici della Valle Imagna”.

L'attraversamento pedonale che porta da un lato all'altro della piazza sarà realizzato in pietra di Berbenno, i marciapiedi potranno vantare invece una pavimentazione in pietra di Luserna, mentre la terrazza panoramica verrà realizzata in cubetti di porfido e l'area parcheggio con autobloccanti in mattoncino grigio. Dal punto di vista di viabilità, dei posti auto ne resteranno cinque, mentre altri sette saranno ricavati sotto il muro di contenimento della terrazza. Verrà inoltre riasfaltata la strada e realizzata una piccola rotatoria, per facilitare gli automobilisti nella manovre.


Ultime Notizie

X
X
linkcross