Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

A San Pellegrino arriva ''Penelope'': un centro per aiutare le donne di Valle Brembana e Imagna vittime di violenza

Domani, 8 marzo, festa della donna, apre a San Pellegrino ''Penelope'', nuovo centro dedicato all’assistenza delle donne vittime di violenza in Valle Brembana e Imagna.
7 Marzo 2018

Chi sarà a San Pellegrino Terme domani 8 marzo non potrà fare a meno di notare qualcosa di strano nelle strade cittadine: il percorso che porta a Villa Speranza, in via San Carlo 32, sarà costellato di scarpe da donna rosse, passi simbolici che portano a quello che da domani sarà il nuovo centro anti violenza dedicato all’assistenza delle donne vittime di violenza in Valle Brembana e Imagna.

In molte città d’Italia, in occasione delle giornate di sensibilizzazione verso gli abusi subiti dal genere femminile, compaiono numerose paia di scarpe rosse sparse per le strade, silenzioso monito per non dimenticare tutte quelle donne vittime di abusi che troppo spesso subiscono stalking e violenza in silenzio e senza trovare aiuto.

Proprio per sopperire a queste mancanze, da domani a San Pellegrino aprirà il centro Penelope negli edifici di Villa Speranza: hanno creduto nel progetto gli Ambiti Territoriali Valle Brembana e Valle Imagna-Villa d’Almè, Ats Bergamo, Asst Papa Giovanni XXIII, Provincia di Bergamo, Ufficio Scolastico Provinciale, Questura e Procura di Bergamo, e i soldi per l’attivazione verranno – almeno in una fase iniziale – dalla Regione Lombardia.

Il centro sarà gestito dalla Cooperativa Sirio, che dal 1996 è attiva nell’ambito della protezione delle donne a Treviglio e dintorni, e grazie ad esso tutte le donne in difficoltà potranno trovare un aiuto su misura totalmente gratuito e con garanzia di anonimato: un team di professioniste – avvocati, assistenti sociali, psicologi – assisterà le vittime di violenza e di stalking, che potranno contattare il centro Penelope anche al numero 0345-21619. Lo sportello sarà aperto 5 giorni su 7 e il centro, oltre alle fondamentali attività di assistenza, organizzerà eventi rivolti a tutti come corsi di auto difesa, workshop e conferenze dedicate al tema della violenza verso il genere femminile.

L’estremo bisogno di strutture dedicate alla tutela delle donne, come ha dichiarato l’assistente sociale del comune di San Pellegrino Elena Sonzogni a L’Eco di Bergamo, sta già spingendo i promotori dell’iniziativa a pensare di aprire in futuro un centro anche in Valle Imagna.

(Fonte immagine Pieroweb e Pixabay)

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross