Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

A San Pellegrino Terme 5 nuovi percorsi turistici: "Danno valore al territorio e si possono percorrere in e-bike"

Il Comune di San Pellegrino Terme si prepara alla stagione estiva 2022. Se tra i metodi per esplorare le bellezze della Valle, l’e-bike è in crescita costante, l’Amministrazione comunale non si è fatta trovare impreparata.
24 Gennaio 2022

Il Comune di San Pellegrino Terme si prepara alla stagione estiva 2022. Se tra i metodi per esplorare le bellezze della Valle, l’e-bike è in crescita costante, l’Amministrazione comunale non si è fatta trovare impreparata.

È infatti quasi concluso il progetto "San Pellegrino Terme Natural Green". Con un costo di 98 mila euro, divisi tra fondi comunali e Gal Valle Brembana 2020, il progetto ha l’obiettivo di valorizzare i percorsi naturalistici del territorio. Un’ idea che, racconta l’assessore alla Valorizzazione del territorio, Michele Pesenti, punta a valorizzare l’area intorno alla Vetta di San Pellegrino, destinata ad avere nuova vita con la riapertura della funicolare.

“Abbiamo pensato - spiega Pesenti - che il modo migliore per farlo fosse dare valore a quanto già c’è, dunque sono stati ideati 5 percorsi ad anello, tutti con partenza dalla funicolare e percorribili sia a piedi che in e-bike”. Cinque percorsi avranno difficoltà diverse: il “Sentiero Panoramico”, in particolare, si sviluppa per ben 25 chilometri, ma sarà alla portata solo di escursionisti già allenati. Il più semplice sarà il "Sentiero animali", che avrà riproduzioni della fauna, dunque il "Sentiero paesaggistico"; poi ci sarà spazio anche per l'acqua con l'omonimo sentiero che arriverò fino alla sorgente del Boione (zona riqualificata). Poi il "Sentiero dei borghi", che passerà attraverso gli storici nuclei attorno alla Vetta, fino al già citato Sentiero panoramico. I percorsi porteranno gli escursionisti nelle zone di Sussia, del Monte Zucco, del Pizzo Cerro e fino al monte Foldone, a Sornadello e a Ronco.

La posa delle indicazioni lungo i nuovi sentieri si avvia verso la conclusione. “Lungo tutti i percorsi - prosegue Pesenti - è stata allestita la cartellonistica, mentre gli altri cartelli, in italiano e in inglese, sottolineano gli aspetti culturali, storici e naturalistici della zona. Ad esempio, c’è il cartello che descrive le peonie, un altro che racconta dei lupi di Brembilla, mentre altri ricordano gli antichi mestieri dei nostri avi”.

La parte informativa non si esaurisce qui. Sono state installate 4 bacheche con le cartine del luogo, e 4 pannelli, posizionati in punti panoramici, con le fotografie della vista e le indicazioni delle montagne che si possono riconoscere. “Con questo progetto - continua Pesenti - Abbiamo anche potuto installare 3 colonnine per la ricarica delle e-bike e acquistato 3 biciclette elettriche da poter noleggiare presso l’Infopoint di San Pellegrino. Ora vorremmo realizzare un video promozionale per i nuovi sentieri e delle cartine da mettere a disposizione dei turisti, lasciandole negli alberghi e nelle attività ricettive del paese”.

Fonte: L'Eco di Bergamo
Foto: Pieroweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime Notizie

X
X
linkcross