Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Addio a Sergio Arrigoni, il ''re dei formaggi'' di Taleggio

Sergio Arrigoni, uno dei nomi più conosciuti nell'intero panorama caseario bergamasco - e soprattutto brembano - si è spento all'età di 87 anni.
14 Marzo 2018

Sergio Arrigoni, uno dei nomi più conosciuti nell'intero panorama caseario bergamasco - e soprattutto brembano - si è spento all'età di 87 anni. Sergio fondò nel 1859 l'azienda stagionatura di formaggi "Arrigoni Sergio Formaggi srl". 

Arrigoni nasce a Peghera di Taleggio nel 1931 ed è figlio d'arte: la passione per il formaggio la eredita infatti dal bisnonno Giovanni, detto Bèlo, che, proprio come farà poi il proniponte, produceva, stagionava, affinava e vendeva formaggi a Peghera. 

"Papà rimase a Peghera fino a 14 anni – spiega la figlia Carla all'Eco di Bergamo – quindi gli studi in collegio al Sant’Alessandro, indirizzato dalla nonna che sognava per lui un avvenire da medico, mentre lui coltivava l’antica tradizione paterna del commercio. Agli inizi ritirava e vendeva gli stracchini dai contadini della valle, poi le prime collaborazioni e l’esigenza di aumentare le quantità. Raccontava di essere stato il primo a inventare l’incarto del prodotto: circa 60 anni fa fece realizzare la prima carta, che riporta i disegni dei monti della Val Taleggio e uno scorcio di Olda".

L'ultimo saluto a Sergio domani, giovedì 15 marzo, alle 14,30 ad Almè, nella chiesa parrocchiale. Infatti è proprio ad Almè che Sergio Arrigoni stabilì la sua attività - ma anche la sua abitazione - a partire  dal 1974. La salma sarà poi trasferita nella cappella di famiglia a Peghera.

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross