Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Addio allo zognese Vito Sonzogni, decano dell'architettura bergamasca

L'architetto Vito Sonzogni, originario di Zogno, si è spento a 93 anni. Un grande urbanista che ha firmato opere di pregio come la parrocchiale di Monterosso e il santuario di Zogno.
21 Luglio 2017

Oggi un pilastro dell'architettura bergamasca ci ha lasciati. Si tratta dell'architetto Vito Sonzogni, originario di Zogno, di 93 anni. 

Vito Sonzogni è stato fra i principali esponenti dell'urbanistica bergamasca, con all'attivo opere di altissimo pregio, come il santuario di Zogno, la parrocchiale di Monterosso, la chiesa ipogea di Zingonia, il seminario vescovile Giovanni XXIII di Città Alta.

Alcune delle opere di Vito Sonzogni riportare sul portale di Lombardia Beni Culturali

Non solo architettura religiosa, Sonzogni ha firmato anche diversi progetti civili: ben 22 scuole in provincia di Bergamo, il Municipio di Serina, Villa d'Ogna e Castione nonché diverse sedi di banche o complessi commerciali, direzionali e residenziali, come l'edificio della cooperativa Edildalmine. Nella sua imponente carriera si è impegnato anche nella progettazione di villaggi turistici in Sardegna. Fuori dall'Italia degno di nota il recupero del Memoriale di Mosè sul Monte Nebo, in Giordania.

Sonzogni è stato molto attivo anche in politica: ha infatti ricoperto il ruolo di assessore ai Lavori pubblici della Provincia, assessore ai Lavori pubblici e all'Urbanistica, e assessore ai Trasporti di Regione Lombardia, nonché presidente dell'Istituto Autonomo case popolari di Bergamo e collaborator per il ministero dell'Ambiente.

Ultime Notizie

X
X
linkcross