Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Antico Mulino di Cusio, due corsi per imparare a valorizzarlo con attività didattiche

L'Associazione Cerearicoltori Brembani, in collaborazione con il Comune di Cusio e Altobrembo, organizza un percorso formativo per la gestione di attività didattiche presso l'Antico Mulino di Cusio e il percorso del Mais Brembano.
4 Aprile 2019

L'Associazione Cerearicoltori Brembani, in collaborazione con il Comune di Cusio e Altobrembo, organizza un percorso formativo per la gestione di attività didattiche presso l'Antico Mulino di Cusio e il percorso del Mais Brembano.

"Si tratta di un primo corso di avvicinamento al tema - fanno sapere gli organizzatori -, che vuole fornire le basi per gestire, insieme all'Associazione Cerearicoltori Brembani, le attività didattiche del percorso del Mais Brembano e l'Antico Mulino a Cusio".

Sono previsti due incontri: il primo di tipo teorico-illustrativo giovedì 11 aprile ore 20.45 presso la biblioteca comunale di Cusio, il secondo di tipo pratico sul campo sabato 27 aprile ore 15.00 presso l'Antico Mulino a Cusio. La partecipazione è gratuita e è aperta a tutti quanti vorrebbero collaborare nella gestione delle attività didattiche per conto dell'associazione. Per informazioni e iscrizioni contattare Maria Angela al numero 339.5320166.

L’Antico Mulino di Cusio risale alla metà del XVII secolo, o meglio, a quella data risale il più lontano documento che parla della struttura. Costruito in pietra locale, con tetto in ardesie, è stato oggetto di un restauro conservativo che si è concluso nel 2014. Al suo interno ingranaggi e macine funzionano come un tempo, con la forza dell’acqua del vicino torrente. Già perché è proprio l’acqua, che attraverso un’apposita tubazione raggiunge la ruota del mulino, l’elemento che attiva l’ingranaggio facendo rivivere ogni volta la magia della macinatura. La ruota esterna, un tempo in legno, a causa dell’usura era stata sostituita con una in metallo, mentre ingranaggi e componenti interne mantengono la struttura originaria in legno. Valerio, il mugnaio, ripara e sistema ogni componente con le proprie mani e permette al mulino di continuare a lavorare nonostante la sua età. Visitare il Mulino significa fare un tuffo nel passato, in un’atmosfera magica con ritmi lontani da quelli della nostra quotidianità. 

Ultime Notizie

X
X
linkcross