Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

''Attraversamento anfibi'', ad Almenno SB i cartelli per proteggere la migrazione dei rospi

Dopo le serate di salvataggio lungo le strade del paese e un incontro educativo, continuano ad Almenno San Bartolomeo le azioni a favore della salvaguardia del rospo.
18 Aprile 2018

Continuano ad Almenno San Bartolomeo le azioni a favore della salvaguardia del rospo. Dopo le serate di salvataggio lungo le strade del paese e un incontro educativo, nel paese sono arrivati i cartelli di avviso “attraversamento anfibi” per proteggere la migrazione dei simpatici anfibi. I cartelli sono stati posizionati all'inizio della salita di Via Longa e vicino alla chiesa di Longa.

Importante anche il coinvolgimento della Comunità Montana Valle Imagna che ha fornito la cartellonistica su richiesta del Comune di Almenno San Bartolomeo. I cartelli sono stati posizionati dai Carabinieri Forestali. Il principale sostenitore dell'iniziativa (anche per quanto riguarda le "operazioni di salvataggio" su strada e l'incontro) il presidente della Pro Loco di Almenno SB, Pietro Rota.

“Abbiamo preso a cuore la segnalazione del problema rospi pervenuta da alcuni compaesani – spiega Pietro Rota, presidente della Pro Loco Almenno SB - e semplicemente abbiamo fatto da cassa di risonanza al problema, cercando di arruolare altri volontari oltre che di organizzare un incontro informativo ed educativo sul tema e naturalmente intervenendo in prima persona quando possibile. La presenza di questi cartelli – prosegue Rota - è importante perché, oltre a segnalare un vero problema, sottolinea uno splendido lavoro di squadra dei volontari impegnati che ha tanto da insegnare a tutti, sia grandi che piccini”.

“Se tutti insieme ci aiutiamo rispettando un semplice rospo che cammina indifeso per le strade - prosegue Rota - possiamo arrivare a risolvere molti altri problemi del nostro paese. Organizzando altri gruppi di volontari potremmo, ad esempio, iniziare a pulire la pattumiera di alcuni parchi o gettata nel verde,o presidiare alcune zone solite al posizionamento di esche avvelenate”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross