Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Busta in plastica anziché biodegradabile: a S.Omobono multa da 5mila euro per un venditore ambulante

La vicenda è accaduta a Sant'Omobono Terme: era una giornata di mercato come tante e Rocco Labriola decide di aiutare un avventore imbustando la spesa appena acquistata in un più robusto sacchetto di plastica anziché biodegradabile.
13 Maggio 2021

Utilizza un sacchetto di plastica al posto di quello biodegradabile e riceve una multa da 5mila euro.È quanto accaduto al venditore ambulante di ortofrutta Rocco Labriola, che a tre anni dal “fattaccio” si è visto recapitare a casa l'incredibile sanzione.

La vicenda è accaduta a Sant'Omobono Terme: era una giornata di mercato come tante e Labriola, fra un cliente e l'altro, decide di aiutare un avventore imbustando la spesa appena acquistata in un più robusto sacchetto di plastica anziché biodegradabile, come vorrebbe invece la legge introdotta a gennaio del 2018 la cui infrazione prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 25mila euro, 100mila se si tratta di ingenti quantitativi.

 

In quel momento però, fra un bancone ambulante e l'altro, era in servizio anche un pattuglia di carabinieri forestali di Almenno San Salvatore, che constatata l'infrazione hanno redatto un verbale da 5mila euro, recapitato dopo ben tre anni e dimezzato a 2.509 euro dal settore ambiente della Provincia, al quale Anva Confesercenti – l'Associazione di categoria a cui aderisce Labriola – ha inviato una memoria difensiva.

Al venditore ambulante ora non resta che pagare, nella speranza che la multa possa venire rateizzata.

(Fonte: primabergamo.it)

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross