Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Cornabusa, con la Pasqua riprendono le celebrazioni

Con l'arrivo della Pasqua riprendono le celebrazioni presso il Santuario delle Madonna della Cornabusa. Prima celebrazione eucaristica si terrà il pomeriggio di Pasqua, ore 16.
7 Aprile 2017

Puntuale come ogni anno, con l'arrivo della Pasqua riprendono le celebrazioni presso il Santuario delle Madonna della Cornabusa a Cepino di S.Omobono Terme.

Non una vera e propria riapertura visto che il Santuario non chiude mai in maniera definitiva, come spiega il Rettore Don Alessandro Locatelli: “Non ci sembra giusto dire “si riapre” - spiega - perché ormai, complici anche gli inverni miti degli ultimi anni, il Santuario non è mai stato chiuso. Solo pochi giorni a causa della neve”.

Le celebrazioni ripartono da venerdì 7 aprile con la Via Crucis del Vicariato della Valle Imagna, che parte dalla contrada Roncaglia, a Cepino, alle ore 20.30, per poi proseguire lungo la strada che porta alla Cornabusa. Quest'anno la via Crucis verrà animata (con letture e preghiere) dai ragazzi e ragazze di terza media di tutte le parrocchie delle Valle Imagna.

La prima celebrazione eucaristica si terrà, come ormai da alcuni anni, il pomeriggio di Pasqua, alle ore 16. La stagione comincia poi ufficialmente a partire dal lunedì dell’Angelo con le S. Messe alle ore 8, alle 11 e alle 16. Inoltre il lunedì dell'Angelo sono previsti dei pellegrinaggi al Santuario da parte delle parrocchie di S. Caterina in Bergamo e da Varese, e anche nei giorni successivi: sabato 22 aprile con S.Messa ore 16,30 e domenica 23 con S.Messe ore 8, 11 e 16.

A partire dal primo di Maggio la celebrazioni diventano quotidiane: tutti i giorni feriali, ore 16. Sabato 29 aprile il Santuario ospiterà una manifestazione dedicata alla figura di Giacomo Quarenghi, architetto nativo di Rota d'Imagna, per i 200 anni della sua scomparsa. 

Ultime Notizie

X
X
linkcross