La rivalsa delle botteghe dell'Alta Val Brembana: ''Ai clienti abbiamo portato il mare''

Redazione 02/05/2020 0 commenti

La pandemia da coronavirus Covid 19 ha messo senza dubbio in ginocchio molte attività commerciali dell’Alta Valle Brembana e costretto a “cambiar pelle” le attività che propongono generi alimentari, con il forzato ritorno di clienti che prima scendevano a Valle scegliendo la grande distribuzione ma anche con la necessità di organizzare servizi a domicilio e approvvigionamenti.

E’ il caso, per esempio, dell’Alimentari Boffelli di Andrea Calvi a Piazza Brembana, per il quale il nuovo anno era cominciato con non poche difficoltà, a causa del cedimento strutturale della strada che corre sopra la ex stazione ferroviaria e sulla quale si affaccia il negozio. Tutto è successo il 25 novembre e, complice il sequestro penale cui è stata sottoposta l’area, le difficoltà non sono mancate.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

“A causa del crollo - spiega Calvi - ci siamo trovati di fatto in un vicolo cieco, con limiti evidenti nel carico e scarico delle merci e, di fatto, nell’impossibilità di essere raggiunti normalmente dalla clientela, neppure a piedi, se non con penalizzanti percorsi alternativi. Una situazione che soprattutto nel periodo natalizio ha limitato tantissimo la nostra operatività”. A marzo è poi arrivato il blocco a causa della pandemia, e l’Alimentari Boffelli ha dovuto reinventarsi ulteriormente. “Al mattino ci siamo concentrati sulla clientela che si recava in negozio, mentre al pomeriggio abbiamo privilegiato le consegne a domicilio, servendo non soltanto Piazza Brembana e Lenna, ma anche Valnegra e Moio de’ Calvi, con percorrenze anche di 8-10 chilometri fra andata e ritorno per una singola consegna. Prezioso e indispensabile è risultato il supporto dei volontari di Piazza Brembana, Moio e Valnegra, che insieme a noi hanno limitato il più possibile il disagio della clientela costretta a casa, soprattutto i più anziani”. A Piazza Brembana ha sede anche Pasticci e Capricci di Andrea e Michela Midali, che da sempre propone specialità gastronomiche di alta qualità.

“Abbiamo organizzato un servizio a domicilio il più possibile accurato - spiega Andrea - coprendo una vasta area in Media ed Alta Valle. Nelle ultime settimane abbiamo pensato di “portare il mare” nelle case dei valligiani, portando su prenotazione (348.7337106) spaghetti allo scoglio fumanti. Un’idea molto apprezzata, un modo per rendere piacevole il restare a casa, soprattutto nei giorni di festa e nei fine settimana che avrebbero richiamato in Valle frotte di turisti”.

Da lunedì 4 maggio la possibilità non solo della consegna a domicilio, ma anche dell’asporto riporterà Pasticci e Capricci ad una parvenza di normalità, ma la strada è ancora lunga. In queste settimane Andrea e Michela hanno anche animato la particolare iniziativa solidale della “Schiscetta Solidale”, che ha coinvolto ristoranti di tutta la Valle per preparare ogni giorno 250 pasti caldi, da offrire a medici e infermieri impegnati in prima linea nella lotta al virus. Perché se “la pubblicità è l’anima del commercio”, il commercio è anche e soprattutto anima delle nostre comunità.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph