Nessuna rete internet a Pusdosso, i volontari lanciano un appello: ''aiutateci''

Eleonora Busi 12/03/2020 0 commenti

Smart working e lavoro da casa hanno temporaneamente sostituito il classico lavoro d'ufficio in questo clima di emergenza. Sono migliaia gli italiani e le aziende che si sono adeguate per permettere ai propri dipendenti di restare produttivi pur rimanendo all'interno delle proprie quattro mura domestiche, come previsto da decreto. Sebbene nel 2020 una banale connessione internet dovrebbe essere all'ordine del giorno, esistono dei luoghi dove banda larga e adsl non hanno mai trovato “casa”: uno di questi è Pusdosso, una piccola frazione di Isola di Fondra, fra i monti dell'alta Valle Brembana.

Pusdosso è un borgo antico: un nucleo di poche case circondate dai monti è, ad oggi, una delle poche contrade abitate del paese nonostante non sia raggiunto da una strada. Una comunità semplice che trascorre la sua vita quotidiana in maniera pacifica, rallegrata da iniziative tradizionali – come la processione pasquale, annullata per motivi sanitari – ed eventi estivi. Qui è nata l'associazione Amici di Pusdosso, una rete di volontari che si impegna, nel proprio piccolo, a mantenere questi luoghi sempre vivi.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Da anni l'associazione sta cercando di risolvere un problema che, purtroppo, affligge la contrada: nessun operatore, nemmeno virtuale, ha mai garantito una connessione ad internet fissa. In questo periodo di isolamento volontario, l'assenza di una rete è un deficit importante per chi lavora da remoto, che spesso si trova a dover utilizzare la rete dati del proprio cellulare che però in quelle zone risulta purtroppo instabile e non adatta ad essere utilizzata nel campo professionale.

L'appello giunge dai sostenitori, ma anche dagli abitanti che chiedono aiuto per riuscire a creare una rete virtuale che, in un mondo tecnologico come il nostro, possa garantire una connessione internet a tutti i cittadini.“Ecco perché le case restano chiuse e il borgo deserto – hanno comunicato i volontariQuesto è il 'digital divide' di cui tanto si parla. Questo è lo spopolamento delle montagne, di cui si parla e straparla”.

Seguici su tutti i nostri canali social

(Fonte: orobie.it - Fonte immagine in evidenza: "Amici di Pusdosso", Facebook)

COMMENTI

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph