Granfondo Gimondi oltre la competizione: in sella, ma gustando la Val Brembana

Redazione 13/02/2020 0 commenti

Pedalare lungo le strade di una manifestazione come la Granfondo Internazionale Felice Gimondi - Bianchi rinnova ogni volta l’opportunità di sfidare sé stessi su un tracciato quanto mai impegnativo ed esigente attraverso le valli che circondano Bergamo. Ma ovviamente c’è anche chi affronta l’appuntamento - quest’anno in programma domenica 10 maggio - in maniera più “soft”, con l’obbiettivo di godersi le bellezze del territorio e le sue peculiarità, tra cui le molte prelibatezze gastronomiche. Ad accogliere i cicloamatori sulle strade bergamasche saranno i sapori e i gusti della tradizione.

Piatti poveri come la pasta fresca ripiena di carne che dà vita ai casoncelli, pietanze semplici come la polenta, la regina di ogni tavola orobica, o le castagne della Val Brembana che sfamavano i contadini e un tempo non troppo lontano erano chiamate “il pane dei poveri”. 

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Ma anche alimenti ricercati e altrettanto gustosi, come il tartufo nero che abita i rigogliosi boschi attorno a Bracca, o il Moscato Passito della Val Calepio, importato dai romani nelle zone di Scanzorosciate e conosciuto nelle nobili case della Milano e della Venezia rinascimentale, oltre che dagli zar in Russia. Noto ben al di là dei confini orobici è anche il Taleggio, autentica eccellenza nazionale che prende il nome dalla splendida valle in cui viene stagionato. Oltre che per i panorami mozzafiato, la Val Taleggio è infatti celebre per questo formaggio gustoso e prelibato apprezzato già nel 1300 col nome di stracchino, e diventato oggi uno degli alimenti simbolo della cucina bergamasca e italiana.

Accanto a questo formaggio, ciò che non dovrebbe mai mancare su un tagliere bergamasco è certamente l’omonimo salame, che dev’essere legato esclusivamente a mano e passare un periodo di stagionatura non inferiore ai 40 giorni. Tre, invece, sono i mesi scarsi che mancano al via della GF Gimondi - Bianchi, un’opportunità per sfidare i propri limiti, ma anche per prendersi del tempo e gustarsi tutte queste prelibatezze.

Come iscriversi alla Granfondo Gimondi Bianchi 2020

Tutti gli appassionati potranno iscriversi alla 24a edizione della Granfondo Gimondi - Bianchi compilando l’apposito form online sul sito ufficiale della manifestazione, www.felicegimondi.it oppure presso gli uffici organizzativi di G.M.S. in Via G. Da Campione, 24/c – 24124 Bergamo (tel. +39 035.211721). Per contattare GM Sport: info@felicegimondi.it.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Agosto 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

      






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph