S.Omobono: palestra senza gestore riaperta dal Comune, coordinerà un volontario civico

Eleonora Busi 22/10/2020 0 commenti

Dopo lo stop a causa della recessione di Sport Management lo scorso aprile, la palestra comunale di Sant'Omobono Terme – punto di riferimento per le numerose associazioni sportive del paese – è stata riaperta alle attività attraverso la gestione diretta da parte del Comune, che si avvale della collaborazione di un volontario civico, una figura del tutto nuova in paese.

Il calendario delle attività sportive è, in teoria, tutto pronto: dalla pallavolo al calcio fino alla danza, passando per il judo, atletica e baskin. Ma a causa del nuovo Dpcm, che ha regolamentato e sospeso gli sport da contatto a livello amatoriale, è stato tutto rimandato a data da destinarsi.

Fino al 2016 la palestra è stata gestita dalla Polisportiva Valle Imagna. Poi Comune e Comunità Montana Valle Imagna affidarono - tramite un bando unificato - palazzetto dello sport e le vicine piscina (di proprietà della CM) e bocciodromo alla società “Sport Management spa”. Tuttavia, agli inizi di aprile, nel pieno del lockdown causa pandemia da Covid-19, la società ha deciso di recedere dagli accordi, lasciando la palestra e la piscina senza un gestore (mentre il bocciodromo durante l'estate è stato riaperto e gestito dalla società Bocciofila Valle Imagna).

Qui entra in gioco la figura del volontario civico, individuato nella persona di Marco Frosio, che potesse operare le mansioni principali e burocratiche della palestra, in coordinamento con l'Ufficio Tecnico e l'Ufficio Finanziario, per conto del Comune di Sant'Omobono. “Dopo la disdetta di Sport Management – spiega Demis Todeschini, vicesindaco del paese – il percorso è stato molto complesso. Dal momento che non vi erano i tempi tecnici per poter procedere ad un vero e proprio bando di gestione, è maturata l'intenzione di gestire in proprio la palestra. È seguito un periodo di intensa preparazione che ha visto la creazione di un regolamento, stilato in ottemperanza delle normative Covid, e un tariffario. A tutto ciò abbiamo agganciato un progetto di volontariato civico, che potesse prendere prenotazioni e coordinare l'utilizzo della palestra fra le diverse associazioni sportive”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

La Giunta ha approvato dunque il progetto di gestione e l'Ufficio Tecnico si è occupato degli ambienti. effettuando manutenzione dell'immobile, efficienza degli impianti, pulizia dei locali e fornitura delle utenze, mentre all'Ufficio Finanziario è spettato il compito di gestire gli aspetti economici e finanziari. Le mansioni del volontario civico saranno quelle di un gestore classico: stilare un calendario e pianificare le attività sportive, gestire le prenotazioni e le richieste sia di associazioni che di cittadini e verificare il corretto utilizzo dell'impianto. Il nuovo tariffario prevede, inoltre, uno sconto per i residenti a Sant'Omobono Terme e una tariffa ridotta per chi usufruirà solamente delle salette poste nel piano superiore.

È stata una corsa contro il tempo – prosegue Todeschini – La palestra ora è disponibile, anche se purtroppo (e questo non poteva essere previsto) in seguito al Dpcm sono state introdotte delle restrizioni importanti per le attività sportive dilettantistiche. Perciò è di fatto tutto bloccato e sono poche le attività che potranno beneficiarne. La palestra rimarrà comunque aperta a disponibilità dei cittadini di Sant'Omobono e di tutta la Valle Imagna. Ci auspichiamo che ci sarà un allentamento di queste misure e quindi i nostri ragazzi potranno tornare a praticare tutte le attività sportive. Noi siamo pronti a garantire il servizio di gestione diretta, di cui siamo soddisfatti”.

La gestione diretta rimarrà in vigore fino al 30 giugno 2021, data alla quale la Giunta valuterà se procedere con un bando di gestione o se confermare la gestione con l'impiego di un volontario civico, inserito nell'apposito registro aperto dal Comune per l'occasione. “Con piacere annuncio che siamo riusciti a ritornare in possesso del nostro palazzetto – afferma il sindaco di Sant'Omobono Terme, Ivo Sauro Manzoni Avrà una gestione diretta fino al 30 giugno del prossimo anno, dopodiché provvederemo nel frattempo a redigere un bando per trovare una gestione esterna. L'unico dispiacere è per la nuova emergenza sanitaria, che ne rallenta la piena riapertura”.

Parole di soddisfazione per Ugo Invernizzi, assessore allo Sport del Comune, che insieme alla Giunta Comunale ha lavorato per ripristinare questo importante punto di incontro per lo sport locale. “Dopo la recessione di Sport Management ad aprile, siamo riusciti a sciogliere tutti i nodi per riaprire la palestra con gestione diretta – spiega Invernizzi – Come Amministrazione, abbiamo collaborato per restituire alle nostre squadre la possibilità di utilizzare l'immobile e ora siamo pronti a riaprire. Avevamo un calendario corposo, in gestione al volontario civile per conto del Comune: noi ce l'abbiamo messa tutta, ma a causa del Covid siamo nuovamente bloccati. In ogni caso la palestra, fino a nuovo contrordine governativo, resta aperta per tutti i cittadini di Sant'Omobono e non”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Dicembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

   






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph