Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Da Zogno a Piazza Brembana sui pattini: l'impresa di Valentina, guidata dai compagni

Valentina Vignali, 22enne atleta ipovedente dell'ASD Padernese, ha percorso 24km - sulla pista ciclabile delle Valle Brembana, da Zogno a Piazza Brembana - in circa due ore, sui pattini a rotelle.
20 Ottobre 2021

Ha percorso 24km - sulla pista ciclabile delle Valle Brembana, da Zogno a Piazza Brembana - in circa due ore, sui pattini a rotelle. Un'impresa compiuta dalla 22enne Valentina Vignali, atleta di pattinaggio di velocità in line della ASD Padernese (importante società rotellistica) , gravemente ipovedente e che ha percorso il tracciato guidata dall'istruttore Paolo Silva e da tutti gli altri compagni di squadra.

"Il pattinaggio in line non è uno sport facile - fanno sapere dall'ASD Padernese ai microfoni di PrimaMerate occorrono grande coordinazione, in particolare equilibrio, oltre che forza e resistenza. Se a praticare questo sport è una persona che non dispone del senso della vista tutta l'attenzione si deve spostare sulla propriocezione, cioè sulla consapevolezza della posizione del proprio corpo nello spazio in relazione all'ambiente. La cosa è tutt'altro che facile".

 

118 dal 6 ottobre banner adv trony 700x250 1 - La Voce delle Valli

E infatti nulla è stato ovviamente lasciato al caso: i compagni di Valentina si sono allenati duramente per riuscire ad accompagnarla lungo tutti i 24 km della ciclopedonale. Quello di Valentina è senza dubbio un fulgido esempio di grande forza di volontà e che infonde grande speranza.

"La sfida lanciata da Valentina e da tutta la Padernese – aggiungono dalla società sportiva – punta a dimostrare che lo sport può e deve essere per tutti. Anche per chi, in apparenza, dovrebbe rinunciare a praticarlo". 

879 bannerdonazione - La Voce delle Valli

Ultime Notizie

Ospedale Papa Giovanni XXIII a Superquark con la terapia genica

E' andato in onda nella puntata speciale di sabato 13 agosto il servizio che la redazione di Superquark ha girato nelle scorse settimane all'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo con protagonista Gaia, la prima paziente al mondo curata con successo dalla sindrome di Crigler-Najjar.

X
X
linkcross