Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Dal Bim aiuti alle valli per l'assistenza socio-sanitaria: 55 mila euro alla Val Brembana, 35 mila in Valle Imagna

La somma servirà per assistenza sanitaria nei paesi d'alta Valle
28 Marzo 2020

Anche il Bim, il Bacino imbrifero montano, scende in campo per combattere l’epidemia di Covid-19. Il Consiglio direttivo, orfano di Giorgio Valoti e Raimondo Balicco, scomparsi proprio a causa del virus, ha deciso di stanziare 160 mila euro per un totale di 127 Comuni distribuiti tra Valle Brembana e Valle Seriana, a cui andranno 55 mila euro ciascuna, Valle Imagna-Villa d’Alme, a cui spettano 35 mila euro, e 15 mila per i comuni dell’ex Val San Martino.

“È con grande tristezza da parte i tutto lo staff che abbiamo convocato questo consiglio direttivo - dice Carlo Personeni, presidente del Bim Bergamo - ma era doveroso farlo, per in ostri colleghi che ci hanno lasciato e per le comunità delle terre alte, di cui siamo punto di riferimento e per le quali proprio Valoti e Balicco si sono spesi per tanti anni con impegno e vicinanza”.

I fondi, spiega Personeni, saranno destinati a enti che si occupano di assistenza socio-sanitaria locale, che raccolgono istanze e bisogni del territorio. “Una volta ricevute le loro necessità, e valutata la fattibilità, provvederemo all’erogazione dei contributi”.

Si tratta di un’operazione particolarmente importante in un periodo tanto delicato perché, dice Personeni, “Il numero dei casi postivi al coronavirus nelle valli bergamasche, purtroppo, continua a crescere e i dati che quotidianamente giungono fino a noi sono allarmanti, senza dimenticare i numerosi decessi, in particolare di anziani, non schedati come coronavirus”.

Ecco perché, continua Personeni, “Ci è parso doveroso fare un passo in più, spinti anche dallo stimolo che avrebbero certamente dato i nostri Giorgio e Raimondo per sostenere i territori della nostra provincia, stanziando immediatamente la somma di 160 mila euro”.

(Fonte: L'Eco di Bergamo)

Ultime Notizie

X
X
linkcross