Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Dissesto idrogeologico: fondi a S.Pellegrino, Branzi e Piazzatorre per 1,5 milioni di euro

Sono state sbloccate dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio le risorse per la realizzazione di 23 progetti per contrastare il dissesto idrogeologico. In Val Brembana a beneficiarne saranno Branzi, Piazzatorre e San Pellegrino Terme.
15 Ottobre 2019

A quasi un anno di distanza dalla cosiddetta “Tempesta Vaia” che colpì gran parte del nord Italia – bergamasca compresa – sono state sbloccate dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio le risorse per la realizzazione di 23 progetti per contrastare il dissesto idrogeologico. Le proposte erano state avanzate già nell'aprile scorso dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, su intenzione dell'assessore regionale al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni. Nella provincia di Bergamo, ed in particolare in Valle Brembana, a beneficiare dei finanziamenti saranno tre paesi: Branzi, Piazzatorre e San Pellegrino Terme, per un totale di quasi 1 milione e 500 mila euro.

Nello specifico, a Branzi andranno 450 mila euro per interventi di messa in sicurezza idrogeologica e forestale dei versanti in località Valle Tajade, mentre a Piazzatorre spetteranno 366 mila euro per interventi di mitigazione del rischio caduta massi sul centro abitato. A San Pellegrino Terme, invece, i lavori di intervento saranno due: il primo in località Pregalleno, a cui andranno 450 mila euro, il secondo in località Sottocorna, che riceverà 210 mila euro, entrambi per il completamento di opere di rischio da caduta massi.

L'attivazione del programma stralcio 2019 – ha commentato l'assessore Foronie lo sblocco dei fondi destinati alla Lombardia, già deciso dal precedente Governo, riguarda l'attuazione di 23 interventi in nove province lombarde per un totale di poco più di 28 milioni di euro. Dopo la fase istruttoria, il Programma stralcio 2019 è stato prima approvato dal Cipe e poi dal ministero stesso che ha infine stanziato i relativi fondi per ciascuna Regione. Ora, gli enti attuatori dei singoli interventi (Comuni, Province e Consorzi di Bonifica), sono impegnati entro tempi definiti a pubblicare i bandi di gara per l'avvio dei lavori stessi”.

Ulteriori interventi in bergamasca riguardano la città di Bergamo, che riceverà circa 2 milioni di euro per interventi per la mitigazione delle problematiche idrauliche nella valle di Astino e Cerete, con 415 mila euro per la sistemazione del torrente Prumello Largo. A conti fatti, quindi, la provincia di Bergamo – Valle Brembana compresa – riceverà un totale di 3 milioni e 900 mila euro.

Ultime Notizie

X
X
linkcross