Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Dpcm dopo Pasqua, cosa accadrà? Dalla zona gialla 'rafforzata' ai weekend in arancione (o rosso)

Il Governo è al lavoro sulla pianificazione delle nuove misure di contenimento dopo la stretta di Pasqua.
26 Marzo 2021

Fra chi vorrebbe riaprire e chi, invece, preferirebbe mantenere la linea dura delle restrizioni, il Governo è al lavoro sulla pianificazione delle nuove misure di contenimento dei contagi dopo Pasqua, cercando una mediazione fra le due parti.

Nonostante i dati dei contagi siano sempre alti e la pressione sugli ospedali preoccupi, un rallentamento della curva c'è. Ma potrebbe non bastare per permettere delle riaperture, anzi: alcuni ministri vorrebbero mantenere i divieti attualmente in vigore per un altro mese, almeno fino al weekend del 1 maggio, eliminando così la fascia gialla.

Ma è un'ipotesi che sembra non aver trovato seguito, a favore invece di una “zona gialla rafforzata” per dare respiro alle attività più martoriate dal lockdown. Come bar e ristoranti, che potranno riaprire a pranzo ma – forse – con limiti di tempo, e cioè fino alle 15 o alle 16 per evitare assembramenti in orario da aperitivo.

Con il nuovo Dpcm, anche a parrucchieri e barbieri potrebbe essere consentita la riapertura in zona rossa, così da impedire gli appuntamenti a domicilio e favorire invece lo spostamento nei locali aperti al pubblico, dove vi sono certamente regole più stringenti. Lo spiraglio di un allentamento non si applicherebbe però ai fine settimana.

Per i sabati e le domeniche, infatti, potrebbe essere ripristinato il meccanismo già collaudato nelle festività natalizie, ovvero un'Italia tutta in arancione (o rosso) limitato ai weekend, con un lockdown per il sabato 1 e la domenica 2 maggio. In discussione anche la durata della proroga dello stato di emergenza, la cui scadenza è fissata ora al 30 aprile.

Intanto è stato avviato il confronto fra Stato e Regioni, ma il nuovo Dpcm (o Decreto Legge) verrà redatto soltanto la prossima settimana. Intanto si attende il report dei contagi settimanali, che saranno decisivi per le future restrizioni che potrebbero essere applicate.

(Fonte: corriere.it)

Ultime Notizie

X
X
linkcross