Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Elezioni comunali, a Zogno corsa a due: Selina Fedi contro Carlo Ghisalberti

Aria di elezioni in bergamasca: a Zogno saranno due a contendersi la poltrona da sindaco, Selina Fedi che raccoglie il testimone di Giuliano Ghisalberti, attuale primo cittadino, e Carlo Ghisalberti.
16 Aprile 2019

Aria di elezioni in bergamasca: a Zogno saranno due candidati a contendersi la poltrona da sindaco, Selina Fedi, casalinga 52enne e attuale assessore all'Ambiente e al Verde Pubblico che raccoglie il testimone dell'uscente primo cittadino Giuliano Ghisalberti e Carlo Ghisalberti, 37 anni, tecnico di laboratorio, dal 2016 coordinatore di zona bassa e media Valle Brembana del PD.

Selina Fedi guiderà la lista “Lega Zogno”, la stessa in cui è attualmente assessore all'Ambiente e al Verde Pubblico. “Grazie a questo incarico ho acquisito una buona conoscenza dell'amministrazione pubblica – spiega Fedi – La mia candidatura è maturata all'interno della giunta comunale, chiedendomi la disponibilità a ricoprire questo impegnativo incarico”.

Fra gli obiettivi primari prefissati dalla squadra di Fedi la conclusione dei lavori per la variante di Zogno. “La "variante" sarà l'obiettivo principale su cui lavorerò affiancata da chi in questi anni ha lavorato per vedere conclusa quest'opera” . Il programma prevede una linea continua con quello stilato dall'Amministrazione uscente, sottolineando l'importanza del territorio, del settore sociale e dei giovani del paese. Continuità sarà la nostra parola d'ordine: nel mio gruppo ci sarà la continuità di chi prima di me ha saputo lavorare per il bene del paese con un'esperienza consolidata nel tempo".

"Ci saranno comunque delle novità che a breve verranno condivise con tutti – spiega Fedi – L'Amministrazione attuale è sempre stata attenta al paese, vicina ai cittadini e alle imprese del territorio quindi il mio gruppo seguirà sempre la stessa linea programmatica con l'intenzione di portare a termine i lavori progettati dai miei predecessori per il bene della comunità e della Valle Brembana. Mi metto a disposizione della Comunità perché voglio bene al mio paese per un senso di responsabilità che mi accompagna e che i cittadini hanno riposto con la loro fiducia e le loro speranze confermando negli anni il loro voto verso la lega.”

La seconda lista in corsa “Cittadini Zogno” capitanata da Carlo Ghisalberti “L'esperienza come coordinatore PD mi ha permesso di crescere dal punto di vista politico – spiega Ghisalberti – Noi ci poniamo con umiltà, responsabilità e onestà al servizio dei cittadini di Zogno. Il mio gruppo mi ha spinto a candidarmi, ma la vera spinta è anche l'amore per il mio paese, da cui sono stato lontano per 17 anni prima di trasferirmi nuovamente e mettere su famiglia”.

Fra gli interventi prioritari stilati nel programma di Ghisalberti il primo fra tutti riguarda la viabilità ed il completamento della variante di Zogno. “Attraverso i tecnici del Comune e i responsabili, bisogna affrontare il problema della viabilità interna e cercare di dare da subito un input per provare a liberare quello che è il “collo di bottiglia” di Zogno - spiega Ghisalberti - Questa è la prima cosa da fare, quella di intervenire di subito”. Negli obiettivi della nuova lista anche il tema del lavoro e della scuola, con uno sguardo anche ai giovani e agli anziani del paese. “Fondamentali il lavoro, legato alla viabilità, e la scuola: noi dobbiamo puntare su di essa su un centro scolastico che sia degno del capoluogo che è Zogno – spiega Ghisalberti – Per gli anziani invece spingeremo per il poliambulatorio, una struttura in cui si concentrano i medici e che offra una serie di servizi come visite specialistiche. Per quanto riguarda i giovani, invece, bisogna portare i servizi: questo è il motivo per cui insistiamo con la tranvia T2, che sosteniamo con impeto”.


Ultime Notizie

Taragna per tutti i gusti a Roncola, il 2 luglio torna la Taragnafest

Dopo due anni di pausa a causa della Pandemia, torna una delle feste più attese della Valle Imagna: la Taragnafest. Primi piatti, grigliate alla brace, brasati, funghi porcini e ovviamente la taragna, regina indiscussa della festa, sono gli ingredienti fondamentali per una sagra che nei primi due weekend di luglio attirerà avventori da ogni parte della provincia.

X
X
linkcross