Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Elezioni Strozza, Cornali e Capelli in sfida con un obiettivo comune: no alla discarica

Nella corsa alla poltrona si sfideranno l'attuale primo cittadino uscente Riccardo Cornali e Mauro Capelli, entrambi d'accordo su un punto comune: bloccare definitivamente qualsiasi minaccia di realizzazione del progetto di una discarica.
27 Settembre 2021

Anche a Strozza i prossimi 3 e 4 ottobre si voterà per eleggere il nuovo sindaco, che guiderà il paese valdimagnino per i prossimi cinque anni. Nella corsa alla poltrona si sfideranno l'attuale primo cittadino uscente Riccardo Cornali (Lista Civica “4.0 Strozza No discarica Sì sviluppo”) e Mauro Capelli (Lista Civica “Noi per voi”), entrambi d'accordo su un punto comune: bloccare definitivamente qualsiasi minaccia di realizzazione del progetto di una discarica all'ex Cava di Strozza.

Cornali, per diversi anni presidente del Comitato “No alla discarica sul Monte Castra” nel suo programma elettorale punta a quattro grandi tematiche, oltre all'attività di contrasto della discarica: salvaguardia del territorio, realizzazione del nuovo Pgt e ricerca di finanziamenti pubblici per le nuove opere.

Fra queste, fanno capolino la realizzazione di nuove strade agro-silvo pastorali, di un centro polifunzionale e del primo parco giochi del paese; e ancora nuovi parcheggi, semafori a chiamata, sostegno per il volontariato e restauro delle cinque storiche fontane che si trovano nelle frazioni di Strozza.

 

L'avversario sarà Capelli, che punta a cercare il sostegno di Comuni e interlocutori che possano favorire il no definitivo alla discarica. Nel suo programma una serie di opere e idee, a partire dall'urbanistica con la revisione del Pgt e la realizzazione di strade agro-silvo pastorali, oltre che un centro diurno presso il campo sportivo in cui integrare i dispositivi Dae, ovvero i defibrillatori.

Dopodiché si pensa alla cittadinanza, con una riduzione della tassazione locale, e alla sicurezza attraverso il posizionamento di telecamere di sorveglianza e l'illuminazione di passaggi pedonali. Capelli punta anche al rapporto di condivisione sia con le associazioni locali che con la valle, con il fine di risparmiare energia elettrica per quanto riguarda l'illuminazione pubblica ma soprattutto di trovare soluzioni concrete per salvare la scuola elementare del paese, a rischio chiusura.

(Fonte: L'Eco di Bergamo)

Articoli Correlati

X
X
linkcross